Loading Icon Black

CAMPIONATO MONDIALE FAI DI PARAPENDIO 2019

August 19, 2019

Dopo 10 giornate di intense competizioni, a Krushevo, in Macedonia, si è concluso il 17mo Campionato Mondiale FAI di Parapendio.

I piloti Ozone hanno dominato il podio occupando le prime otto posizioni di classifica.

Il nuovo Campione Mondiale è l’italiano Joachim Oberhauser, Team Pilot di AIRE Cornizzolo, il nostro distributore italiano. L’argento va al russo Gleb Sukhotskiy ed il bronzo al francese ed Ozone R&D Team pilot: Honorin Hamard, che ha guidato la classifica per la prima metà della gara. Tutti volavano con l’Enzo 3.

Per la categoria femminile, le pilota Ozone hanno occupato i primi cinque posti di classifica. La Ozone Team pilot Meryl Delferriere -Francia- si è aggiudicata l’oro. Meryl non solo ha dominato nella gara femminile, ma si è anche piazzata 14ma in classifica generale. La svizzera Yael Margelisch e l’australiana Kari Ellis, l’hanno accompagnata sul podio. Tutte volavano con l’Enzo 3.

Nella la classifica per nazioni è stata una gara serrata, con la Francia che ha condotto in testa per gran parte della gara. Alla fine Italia e Francia hanno condiviso il primo posto sul podio, seguite dal Giappone.

Il Team Italia era composto da:

Joachim OBERHAUSER Team Airecornizzolo, Salomon elektroww ruedl xdreamfly- Campione Mondiale

Christian BIASI, 18mo in classifica, Team Airecornizzolo, da anni colonna portante del Team Italia

Biagio Alberto VITALE, 27mo in classifica, Team Airecornizzolo

Marco BUSETTA, 91mo, Bullet, Speedbar, Dizan, AECI, ILDISTACCMIO.IT

Silvia BUZZI FERRARIS, 116ma, AECI-PANDOL-FLY che si è piazzata 11ma per la categoria femminile.

La squadra era diretta dal Team Manager Alberto CASTAGNA, storico ‘commissario tecnico’ della nazionale di parapendio

Tutti i piloti del Team Italia volavano con l’Enzo 3. 18 dei primi 20 assoluti volavano con l’Enzo 3.

Russ Jessop, di PWCA.org, ci riferisce dell’ultima task in Krushevo:

“Con due signore in competizione per il primo posto, quattro uomini in predicato per la classifica generale e 25 nazioni che potenzialmente potevano aggiudicarsi il titolo per nazioni, la giornata odierna è stata tanto emozionante da mangiarsi le unghie. Con vento settentrionale è stato stabilito un corridoio di gara di 96 km che ha spinto i piloti dall’estremo margine nord dell’altopiano, verso sud fin quasi in Grecia. Si è trattato di una giornata nella quale molti hanno visto sfumare il proprio vantaggio in classifica generale spingendo al massimo in tentativi su differenti rotte.

A metà della task la boa numero 4 ha separato i gruppi di piloti. Alcuni hanno scelto di andare in boia passando da nord, altri da sud. Quelli passati da sud, poi, hanno dovuto volare più a lungo con vento laterale per raggiungere l’ultima boa: la numero 6. Bogdan Bialka, ha scelto questa rotta ed è stato l’unico che non è stato costretto ad atterrare ma è poi rimasto bloccato a Bitola. Quelli passati da nord hanno poi volato ad alta velocità verso sud, colmando lo svantaggio su Bogdan. L’arrivo a meta è stato un testa a testa tra Bogdan che proveniva da ovest, Mitch Riley che aveva scelto la linea ottimale e Peter Vyparina che arrivava da est. Bogdan ha conquistato la vittoria di giornata entrando nella storia del Campionato Mondiale. Bogdan è il primo pilota irlandese a vincere una task nel Campionato Mondiale! I quattro piloti che potevano vincere il titolo mondiale hanno superato la linea di End of Speed entro 23 secondi con 1% di leading point ciascuno.

107 piloti hanno raggiunto il goal in quest’ultima giornata, un fantastico tributo per il trentennale del Campionato Mondiale di Parapendio.”

Per tutti i risultati, Click qui
Congratulazioni a tutti i piloti e ciao da tutto il Team OZONE.

Immagini del podio: Courtesy of FAI PG WORLD CHAMPIONSHIP
Immagini aeree: Courtesy of XEVI BONET