Loading Icon Black

Volare con la pioggia

Le vele moderne sono molto sensibili alla pioggia ed all’umidità. Volare con una vela umida può comportare una perdita della normale capacità di volo.

A causa del disegno delle vele, efficiente e privo di grinze, l’acqua tende a depositarsi sul bordo d’attacco causando la separazione del flusso. Questa separazione dei filetti fluidi (dal profilo) renderà la vela più propensa ad entrare senza preavviso in stallo paracadutale, perciò, volare nella pioggia o con la vela umida (per esempio per via della rugiada del primo mattino), deve essere evitato ad ogni costo.

Se foste colti accidentalmente da uno scroscio d’acqua, è meglio che atterriate immediatamente. Se la vostra vela si bagna mentre siete in volo è meglio che manteniate un volo accelerato usando la speed bar e/o rilasciando i trim, anche durante l’avvicinamento di finale. NON usate le grandi orecchie come tecnica di discesa rapida, le grandi orecchie incrementano la resistenza di forma e questo su una vela bagnata aumenterà ulteriormente le possibilità che entri in stallo paracadutale. Piuttosto, perdete quota con dei moderati 360 mantenendo per tutto il tempo la vostra velocità all’aria. Se la vostra vela entrasse in stallo paracadutale quando è bagnata, rilasciate immediatamente i trimmers e accelerate la vela per farle guadagnare nuovamente velocità all’aria.