Loading Icon Black

PWC-SOPOT, BULGARIA

September 2, 2018

La settimana è cominciata con previsioni meteo estremamente pessimistiche. Però, grazie ad un eccellente sistema di previsioni sono state disputate 6 fantastiche task valide, con una media di oltre 100 km al giorno.

‘Convergenza’ è stato il ‘Motto della competizione,’ rendendo ogni giornata tatticamente interessante con molte possibilità di scelta sulle rotte da seguire.

Abbiamo avuto il più innovativo sistema di pianificazione delle task che la World Cup abbia mai visto. La Task 4, in una giornata che molti pensavano dovesse essere cancellata, è culminata in un emozionante sezione finale a cerchi concentrici. I piloti hanno gareggiato all’interno della End of Speed assolutamente da ogni direzione. I punteggi erano tanto ravvicinati che ci sono stati tre pari merito tra i vincitori di task!

L’ultima giornata è stata tutta un mangiarsi le unghie tra coloro che, ancora una volta, hanno scelto di passare sulla pianura per accumulate leading points e quelli che hanno scelto di seguire la più lunga ma più veloce rotta delle montagne.

La corsa al primo posto è stata tra tre piloti con l’Enzo 3: Gleb Sukhotskiy, che era leader di classifica prima della task 6, Jurij Vidic, vincitore della precedente World Cup in Gemona e la star brasiliana Rafael De Moraes Barros.

Alla fine ha vinto Gleb Sukhotskiy.

Méryl Delferriere, sempre con un Enzo 3, è stata la vincitrice della classifica femminile per ogni giornata, ed ha vinto con oltre 400 punti di vantaggio che le sono valsi anche il decimo posto di classifica generale. Il Team vincitore è stata la squadra Ozone.

Sopot verrà ricordata come la competizione in cui non vi sono state due giornate uguali, con 8 vincitori di task dei quali solo 2 avevano vinto delle task in precedenza.

Per tutti i risultati: click qui

Congratulazioni e ciao da tutto l’Ozone Team.

Testi e foto grazie a PWCA.org