Loading Icon Black

Il resoconto di Seiko sul suo record

December 12, 2016

Il nostro inviato e ninja team pilot Seiko Fukuoka, in Australia, ha appena infranto uno dei record che già deteneva. Seiko ha stabilito il nuovo record di distanza libera su tre punti d’aggiramento volando per 393 km, superando il suo precedente di 378 km che aveva stabilito l’anno scorso sullo stesso terreno di gioco.

Ieri Seiko ci ha mandato un veloce resoconto del suo ultimo volo record:

“Le previsioni meteo annunciavano una giornata instabile con vento forte e sembrava che l’attività termica dovesse cominciare molto presto come mai era stato. Le basi non sembravano molto buone ma si trattava della migliore previsione fino ad oggi.

Arrivammo in decollo alle 9, il vento era sostenuto e rafficato; non ero mai decollata con così tanto vento, ma per alcune ragioni mi sentivo fiduciosa. Avevo un solo pensiero: ‘questo potrebbe essere la giornata del record’

Osservando con più attenzione lo sviluppo dei cumuli, mi attraversò un nuovo pensiero: ‘potrebbe essere già troppo tardi per volare un record’

Improvvisamente tutti i pensieri svanirono e mi affrettai a prepararmi. Il vento soffiava forte e per questo la maggior parte del team corse in mio aiuto per trattenermi. Appena cominciai il gonfiaggio la mia vela con un fragoroso kaboooooommm mi sollevò aggressivamente dal suolo! Caddi immediatamente e poi cominciai a volare all’indietro.

Mio marito, Pierre cercò di afferrare la linea di traino per tirarmi nuovamente al suolo ma si ferì malamente alla mano. L’unica cosa che riuscii a sentire fu: ‘sta volando all’indietro, sta volando all’indietro…’

Dopo tutto quel caos finalmente riuscii a guadagnare un po’ di quota e mi resi conto che c’era un appetitoso cumulo in formazione sopra di me. Cominciai a salire ed appena raggiunsi il mark dei 1000 m di fune sganciai il traino.

L’aria sembrava eccellente, e trasmisi la bella notizia al mio team. Sfortunatamente, dopo il mio decollo ci furono dei problemi col trainatore così ci vollero almeno 20 minuti affinché decollasse un secondo pilota.

Ero sola, con solo alcune aquile a farmi compagnia durante la prima parte del mio volo. Quest’anno è stato molto piovoso sulle pianure perciò avrei dovuto essere prudente per non andare ad atterrare in qualche profondo lago.

Trascorse quattro ore il vento diminuì ed io avevo percorso 210 km. A quel punto tutte le nubi scomparvero ed il mio ritmo rallentò. Le transizioni tra una termica e l’altra cominciarono a diventare molto lunghe e ritornarono i pensieri: ‘devo cercarmi un posto adatto all’atterraggio?’ Il vento era piuttosto forte vicino al suolo ed era proprio difficile riuscire a risalire dagli strati più bassi.

Cominciai a lasciarmi trasportare dal forte flusso e pian piano trovai la strategia per raggiungere i 360 km. Avevo ancora più di tre ore utilizzabili ma le condizioni di volo cominciarono a deteriorarsi. Davanti a me c’era una foresta che avrei dovuto attraversare, ma sembrava troppo rischioso, così decisi di cominciare la planata finale per andare ad atterrare.

Erano le sei del pomeriggio quando toccai il suolo. Avrei avuto a disposizione ancora più di due ore e mezza di volo, ma ero contenta della mia decisione, ero atterrata in sicurezza ed avevo stabilito il nuovo record mondiale di distanza libera su tre punti d’aggiramento con 393 km.

Fui fortunata al punto di ottenere anche un invito a cena da parte di una splendida coppia di coniugi. Il marito era stato pilota commerciale così si trattò di un’altra cena con molte storie di volo da raccontare. Questo genere di incontri casuali mi ricorda sempre quanto sia gratificante, per me, far parte di questa comunità!

Ci sono ancora otto giorni a disposizione prima della partenza… Organizziamoci per il ritorno e poi si ricomincia!”

Congratulazioni Seiko da tutto il Team Ozone!