Loading Icon Black

I gemelli Turner in paramotore fino a Red Pole, il punto più inaccessibile dell’Australia

November 22, 2016

In Agosto, i due esploratori e gemelli identici: Hugo e Ross Turner, meglio conosciuti come Turner Twins, sono diventati le prime persone ad aver raggiunto il polo dell’inaccessibilità australiano con il paramotore.

Sono partiti dalla costa meridionale dell’Australia in prossimità di Adelaide ed hanno viaggiato per oltre 1600 km sorvolando gli impressionanti e remoti deserti e le montagne dell’Outback, arrivando infine a 300 km nord-ovest di Alice Springs, in una zona dell’Australia conosciuta come il Red Centre.

Quest’ultima sfida dei Turner Twins, denominata The Red Pole, non è stata priva di tentativi e guai.

Il viaggio, che costituiva la loro prima spedizione di volo con il paramotore, implicava molti pericoli e rischi lungo il percorso, come il freddo o il caldo estremo, aria o meteo turbolenta, serpenti e ragni velenosi e la possibilità di avere un incidente nel remoto Outback con poche o nulle possibilità di ottenere un soccorso immediato.

Assieme a loro, in questo epica spedizione, c’era il loro amico pilota Kester Haynes che ha provveduto a viveri, materiali, carburante ed al supporto tecnico lungo il percorso. Mentre viaggiavano attraverso l’Outback, i gemelli hanno eseguito dei filmati in volo, catturando immagini uniche e stupefacenti. Il film è disponibile su Redbull.com

http://www.redbull.com/uk/en/adventure/stories/1331829634469/watch-the-expedition-to-the-red-pole

“Abbiamo usato vele Roadster 2- una perfetta miscela tra la facilità di decollo e l’agilità in aria. Non reagisce per nulla all’effetto coppia dei motori, il che significa che non abbiamo bisogno di regolare i trim in maniera differente. Le prestazioni si sono dimostrate più elevate ed oltre le nostre aspettative ed alla fine del viaggio entrambi noi avevamo acquisito una grande fiducia nelle vele.

La vela perfetta per il deserto ed il volo di cross, grazie alla sua stabilità in turbolenza e termica. Non abbiamo subito nessun collasso durante il viaggio ed ora stiamo lavorando ad un altro viaggio.”

I gemelli Turner useranno la spedizione per aiutare l’opera di carità Wings For Life – Che finanzia importanti ricerche sulla cura delle lesioni spinali, che è una causa che sta a cuore ai due gemelli, dopo che Hugo ha sofferto di una frattura al collo quando aveva 17 anni, evitando di poco una paralisi.