Loading Icon Black

CHARLES CAZAUX STABILISCE UN NUOVO RECORD DI VELOCITA’ IN PARAPENDIO.

L’Ozone Team pilot, Charles Cazaux (FRA), il 24 agosto 2020, ha superato il record di velocità su triangolo FAI di 25 km, che già gli apparteneva, volando al Col du Banchet (Francia) con una velocità media di 46,9 km/h, stabilendo così il nuovo Record Mondiale di velocità in parapendio.

Il suo commento:

“Mi sono svegliato questa mattina dopo aver appena trascorso una settimana di gara a Disentis per la PWC. Ho fatto colazione con i miei bimbi e sono uscito in giardino osservando il cielo: aria fresca, erba asciutta, gli uccelli che già giravano in termica, aria con una certa tendenza da est/nordest su in alto, alcuni cumuletti ad est delle creste… Hmm… Sembra una giornata buona… Anzi… proprio BUONA!. Allora? Che piano facciamo per tutta la famiglia? I bambini vogliono rimanere a riposarsi a casa dopo l’escursione di ieri, davvero??? Allora potrei trovare un poco di tempo per provare l’aria, il decollo si trova ad appena 10 minuti da lì.

Pochi minuti per controllare meglio le previsioni meteo, sembra un po’ ventoso per quello che avevo in mente… ma… proviamoci! Qual’è l’obiettivo? Un allenamento su speed run su triangolo FAI di 25 km! Cosa? Sì esattamente quello!

Anni fa ho cominciato ad allenarmi su questo come specifico esercizio per migliorare la mia esperienza nel controllo della speedbar e per innalzare i miei limiti mentali, imparare ad essere concentrato ma anche rilassato ed efficiente in questi momenti particolari. In gara, la planata finale a tutta velocità dura pochi minuti rispetto a tutto il volo, ed io mi ero reso conto di non essere abbastanza bravo in quello. Così ho impegnato sempre di più il mio tempo per diventare capace di competere con i piloti migliori, e sembra che abbia funzionato! 25 km sono piuttosto pochi, ogni secondo diventa importante per la velocità media. La cosa principale della quale tenere conto è la differenza di quota tra il punto di partenza e quello d’arrivo che, in accordo alle regole FAI per il record, deve essere inferiore a 500m. Questo impone di andare veloce, ma spingendo lo speed si perde quota e perciò è necessario gestire questa differenza minima d’altitudine. Ho scoperto che il mio sito di volo, sotto questo aspetto, non è male come orografia ed aerologia.

Nel 2006, ho stabilito il mio primo Record Mondiale di « velocità su triangolo FAI di 25 km », ho rinnovato il record nel 2010 con un Ozone R10, poi i prototipi sono scomparsi dallo scenario delle competizioni, riducendo la velocità massima, perciò è stato piuttosto complicato trovare l’aerologia giusta per innalzare il record rispetto agli anni precedenti.

Tornando al presente, sono pronto e motivato! ho mandato la documentazione alla FAI, ho preparato il GPS, la speed bar è pronta, la mia zavorra è al massimo, Enzo 3 ed Exoceat pronti alla danza! Dopo molti tentativi di record in Australia, Texas, Brasile, sono abbastanza avvezzo a queste procedure, perciò è stato piuttosto facile farlo da casa! Decollo, prima termica attaccata al costone e capisco subito che potrebbe essere un po’ forte per il mio obiettivo “10-15 km/h da N/E con ascendenza di 3-4 m/s, non importa, vediamo cos’è possibile combinare in questa arena! » E’ stata una giornata realmente impegnativa, giocando molto con gli elevatori B e con la mia speedbar, specialmente sopra i crinali, urtando contro le termiche e con vento frontale ho volato anche a 300-400m dal suolo. Ero pronto ad affrontare questa sfida, con la giusta condizione mentale per questa giornata impegnativa! Valicare la linea d’arrivo e verificare il risultato mi ha restituito una sensazione bellissima! Un nuovo record di velocità…

Grazie a Seiko Fukuoka Naville, mia Team partner di Airlinks Academy, che sempre mi spinge a migliorare le mie capacità con allenamenti sulla sicurezza, sul volo a tutta velocità e dettagliati debriefing. Grazie anche agli insegnamenti di One Day per abituarmi a mantenere la mia mente concentrata allo scopo.

Sto già aspettando il D-day con l’aerologia giusta oppure un posto migliore per andare ancora più veloce!”

Congratulazioni Charles, per il tuo volo a tutto gas e ciao da tutto l’Ozone Team.

Per i dettagli del record, Click QUI

Per l’intervista della FAI.org con Charles, click QUI.

IL DICIOTTENNE CAIO BUZZARELLO STABILISCE UN NUOVO RECORD IN BRASILE.

Caio Henrique Buzzarello ha stabilito un nuovo record volando con il suo Enzo 3 nel sud del Brasile.

Ecco cosa ci racconta:

“Montes Claros – Minas Gerais è la località principale in questo momento per i migliori voli del Brasile! Una regione privilegiata con un grande potenziale per voli di oltre 350 km ed un incredibile media di percorrenze dei voli.

Non dobbiamo fare altro che afferrare le giornate bellissime ed i cieli blu, dove le linee di convergenza vanno a formarsi diventando le migliori possibilità di trovare un’ascendenza.

Abbiamo impiegato 7h e 48 minuti per 352.2 km di distanza, stabilendo così il nuovo record di Mineiro e del Brasile centro-meridionale!

Aggiungo ai ricordi di questo volo quello dei miei compagni ed amici, che resteranno nella mia memoria per sempre!”

Per la traccia del volo, Click QUI. 

Congratulazioni e ciao da tutto l’Ozone Team.

Foto: Caio Buzzarello

HORACIO LLORENS E FELIX RODRIGUEZ STABILISCONO UN NUOVO RECORD DI DISTANZA SUI PIRENEI.

I due cugini: Horacio Llorens e Felix Rodriguez Fernandez hanno appena terminato un’avventura di volo-bivacco durata una settimana nei Pirenei spagnoli.

Sabato 27 giugno, dopo aver trascorso tutta la giornata al suolo a causa del forte vento, sono decollati da Alanos ed hanno volato per 227 km stabilendo il nuovo record di distanza sui Pirenei.

La loro descrizione:

“Il nostro obiettivo era semplicemente quello di goderci la bellezza dei Pirenei e volare in coppia. Durante le prime tre giornate, abbiamo volato per 180 km verso ovest, dove termina la catena dei Pirenei.

Il quarto giorno siamo stati costretti a prenderci una giornata di riposo a causa del forte vento. La grossa sorpresa ci è arrivata dalla quinta giornata, quando, con condizioni discrete, (niente di speciale), siamo stati capaci di volare per 227 km stabilendo il nuovo record di distanza sui Pirenei… Abbiamo volato in direzione opposta andando verso est seguendo il flusso del vento predominante ed in una sola giornata abbiamo sorvolato l’intera rotta dei primi tre giorni. Si è trattato di una cosa SURREALE!!!

Dopo quell’incredibile volo le condizioni sono deteriorate. perciò abbiamo deciso di fermrci per il momento per risparmiare energie per quella che sarò la nostra futura missione di volo-bivacco. Perciò, tenetevi connessi per scoprire quando e dove avverrà!”

Horacio volava con il suo Zeolite e Felix il suo Z-Alps. Entrambi volavano con la Ozium 2.

Per il flight track Click QUI

Congratulazioni ragazzi per questa grande avventura e per aver portato a casa un nuovo record in famiglia!!

Ciao da tutto l’Ozone Team.

SEBASTIEN KAYROUZ STABILISCE IL NUOVO RECORD USA CON IL SUO MANTRA 7

Congratulazioni a Sebastien Kayrouz, che in Texas ha stabilito il nuovo record USA di parapendio volando con il suo Mantra 7. Il 7 giugno, Sebastien è decollato da una piccola collina vicina a Camp Wood ed ha percorso una distanza in linea retta di 503 km.

Ha volato per 9 ore e 45′ alla velocità media di 52.5 kmh con un’altitudine massima di 2,707 m. Questo potrebbe essere il volo più lungo mai portato a termine con una vela 3-linee.

l precedente record di distanza superato dal volo di Sebastien era di 463km, stabilito dall’Ozone R&D team member Luc Armant il 2 luglio 2014.

Sebastien ci ha mandato questo messaggio dopo il suo volo:

“Il forte vento ha reso le condizioni difficili ma lo M7, come un vero campione, è riuscito a cogliere tutto ciò che la giornata poteva offrire e me lo ha dato esattamente quando ne avevo bisogno. Ho amato immediatamente lo M7 ed ora lo amo ancora di più. Grazie Ozone.”

Incredibile volo Sebastien! Grazie da tutto l’Ozone Team.

Per il track log Click QUI

NUOVO RECORD SVEDESE – 223 km

Il 6 maggio, Gillis Bengtsson ha stabilito il nuovo record di distanza svedese volando con il suo ZENO. E’ decollato da Ålleberg, una piccola collina (90 m) nella pianura svedese, per atterrare dopo sei ore e 223km vicino alla città di Kalmar.

Gillis è uno dei più attivi piloti di parapendio svedesi. Durante la fase iniziale della sua carriera di pilota ha praticato moltissimo ground handling e molto veleggiamento davanti a piccoli risalti del terreno e perfino castelli.

Negli ultimi anni si è concentrato sul volo di distanza, ed è bellissimo constatare come la sua costanza e tutta la pratica accumulata nei primi anni siano stati premianti.

Congratulazioni da tutto l’Ozone Team!

Per il track-log del volo click qui

Brigitte Kurbel stabilisce un nuovo record mondiale

E’ stato omologato il nuovo record mondiale femminile di distanza libera su triangolo, che Brigitte Kurbel (GER) ha stabilito il 26 giugno 2019 volando con il suo Zeno. Dopo una lunga camminata per il decollo di Grente (ITA), ha trascorso più di 11 ore in volo per completare un incredibile percorso di 263 Km su triangolo. Per la traccia del volo click qui. 

Brigitte, quest’anno ha completato sei voli su triangolo che ne hanno fatto la vincitrice del World XC contest 2019 (femminile). Tutti i voli sono stati portati a termine con lo Zeno, tranne uno che è stato compiuto come”volo di prova” con il nuovo M7 su una distanza di 231.44 km.

Ramona Eckert (GER) si è piazzata seconda nell’XC contest volando con il suo Alpina 3. Al terzo posto si è piazzata Gabriela Jacober-Wüest (CH) con lo Swift 5.

Congratulazioni e ciao da tutto l’Ozone Team e grazie di volare OZONE

UNA SETTIMANA DI RECORDS

La scorsa settimana, le eccellenti condizioni meteo del Brasile hanno consentito alcuni dei più lunghi voli di cross nella storia del parapendio. 

Il 9 di ottobre l’Ozone team pilot Seiko Fukuoka ha stabilito il nuovo record femminile volando per 460 km, e superando il precedente record che Yael Margelisch aveva stabilito il 4 di ottobre con 442km. Seiko ha volato con i suoi suo compagni di squadra Charles Cazaux e Felix Rodriguez. Tutti volavano con l’Enzo 3. 

Il 10 di ottobre, i guru del posto: Rafael Saladini (Enzo 3), Marcelo Prieto e Rafael de Moraes Barros hanno volato per 582km stabilendo il nuovo record mondiale di parapendio. 

Lo stesso giorno, il pilota messicano Alex Loyarte ha impiegato il suo Zeno per un impressionante volo di 509 Km decollando dalla Rampa De Vôo Livre in Patu.

Il 12 di ottobre Seiko è riuscita a volare ancora un po’ più distante atterrando a 472 km dal decollo.

Nel frattempo, la pilota svizzera Yael Margelisch (Enzo 3) si è data da fare per diventare la prima donna a superare la distanza di 500 km, stabilendo il nuovo record mondiale con un fantastico volo di 553 km. 

Sicuramente una settimana da ricordare! Congratulazioni a tutti i piloti e ciao da tutto il Team Ozone. 

Aspettiamo di conoscere tutti i voli record che verranno!

UK REGALA NUOVAMENTE

Dopo aver aperto la stagione con un impressionante volo su meta dichiarata di 162 km, i nostri amici Wayne Seely e Graham Steel, hanno segnato una nuova giornata epica.

Wayne riferisce:

“Abbiamo trascorso un altro grande weekend nel Cotswolds. Le previsioni di venti leggeri e buone basi cumulo ci hanno visto partire al traino da Cotswolds, con una precoce partenza alle 11 del mattino per me e Graham Steel ( Entrambi volavamo i nostri fidati Zeno). Siamo partiti con una base di 1000m verso la prima boa che velocemente è passata a condizioni di termica blu per 40 km ma, mentre ci avvicinavamo alla seconda boa, ci siamo riuniti alle nuvole che ci hanno regalato delle fantastiche termiche di 5m/s che ci hanno portato fino a 2000m e consentito un facile ritorno fino al goal, un triangolo FAI dichiarato di 105km in meno di 5 ore. Non epico secondo gli standard della Alpi, ma un’ottima giornata per lo UK ”

Per il volo di Wayne e Graham, click qui

Congratulazioni e ciao da tutto l’Ozone Team. 

MARCELLA UCHOA VOLA PER 411KM, STABILENDO TRE NUOVI RECORD MONDIALI

La pilota brasiliana Marcella Uchoa ha appena stabilito tre nuovi record di distanza con un solo volo: Distanza, distanza su meta dichiarata e distanza libera utilizzando fino a tre turnpoint

Marcela è decollata da Assu, nel Rio Grande do Norte, atterrando 10 ore dopo a Tamboril in Ceará, percorrendo 411 km su distanza rettilinea.

Nelle parole di Marcella:

“Le condizioni del mio volo record sono state molto difficili. Turbolenza e termica blu molto impegnativa.
Sono stata l’ultima ad essere trainata, per questo ho volato per i primi km da sola, poi sono riuscita a riunirmi con Frank Brown e Marcelo Prieto e in seguito ci siamo riuniti anche con Samuel Nascimento e Rafael Saladini.
Era molto molto turbolento, non era facile volare con l’Enzo S in quelle condizioni e per questo sono riuscita a mangiare qualcosa solo dopo le 14.00. Non penso di aver volato molto bene, in genere riesco a termicare sempre bene, ma quel giorno non sono riuscita a farlo molto bene. Solo tra le 10 e le 12 abbiamo avuto un po’ di cumuli, ma dopo Quixeramobim è tornato il cielo blu e l’intero volo si è svolto in condizioni di inversione termica che lo ha reso più turbolento. Abbiamo avuto parecchi salvataggi a bassa quota. E quando pensai che si stesse indebolendo (stavo addirittura pensando di rilasciare la zavorra) ho preso una termica da 8 m / s nel lato sottovento che abbiamo risalito come se fossimo fogli di carta. Anche la parte finale del volo è stata estremamente difficile, molto debole, blu, ed abbiamo dovuto fermarci a sfruttare tutte le bolle che abbiamo trovato lungo la strada.
È stato molto difficile mantenere la concentrazione dopo aver superato i 377 km del record mondiale femminile su distanza dichiarata. Ma ho saltato i festeggiamenti e mi sono concentrata sul mio sogno più grande. Ero a 10 km dalla registrazione ed a 1000 m da terra.

Teoricamente, sapevo già che sarebbe successo, ma c’erano così tanti “quasi” che ci credetti solo quando vidi il 403 apparire sullo schermo del GPS, in quel momento ho gridato per la felicità, è stata una sensazione unica, in tutta la mia vita non ho mai provato un’emozione così grande. Ma fino a quel momento, non ho nemmeno respirato, è per questo che non mi sono persa ogni minima possibilità di planata. Sono riuscita a prolungare la mia planata per oltre 7 km, per un totale di 410,72 km, decollando ad Assu nel Rio Grande do Norte, sorvolando tutto il “sertão” ed atterrando vicino a Tamboril in Ceará, in totale 9h48′ di volo e che volo!
Se fosse stato facile non sarebbe stato un record, ed averlo stabilito in una giornata brutta e difficile gli ha dato un sapore ancora migliore. Come ho detto l’anno scorso, non c’è comunione più grande con la natura che volare tutto il giorno. Senza motore, senza niente, solo tu, il tuo parapendio ed il vento.
Decollare con il sole sulla schiena e terminare il volo con una planata finale verso il miglior tramonto del mondo nel posto più bello. Non c’è più bella sensazione al mondo. È in quei momenti che acquisisci la certezza che valga la pena di tutta quella sofferenza. E con il brivido per aver battuto tre record mondiali. Di sicuro, è stato il miglior giorno della mia vita!
Il sogno di una vita “.
Marcella volava con il suo Enzo 3.

Per il tracklog click QUI

Congratulazioni Marcella per questo epico volo!
Ciao da tutto il Team OZONE.”

Photos Courtesy of Marcella Uchoa