Loading Icon Black

NICOLAS AUBERT ENTRA NELL’OZONE TEAM

Ozone è lieta di annunciare che il giovane Nicolas Aubert è entrato a far parte del nostro team.
Nicolas ha 19 anni e vola in paramotore da quando ne aveva 13, grazie a suo padre che è stato uno dei primi produttori di paramotore. E’ spagnolo con radici francesi. All’età di 15 anni ha partecipato per la prima volta alle gare di slalom in Francia ed invitato a far parte della squadra nazionale francese.

Da allora, ha partecipato a vari campionati europei e mondiali, piazzandosi nei primi 4 individualmente e primo del team francese. Nicolas è stato anche campione spagnolo per tre volte!

Per la stagione 2018, Nicolas si dedicherà all’allenamento in vista del World Classic Championships in Thailandia, e del World Slalom Championships in Egitto. Parteciperà a numerosi eventi in giro per il mondo, tra l’altro in Spagna, Francia, Belgio, ed altre regioni per alcuni specifici progetti di avventure in paramotore che sta pianificando.

Siamo molto contenti di avere l’opportunità di supportare Nico per raggiungere i suoi obiettivi nel volo!

Ciao da tutto l’Ozone Team

Volare per 1900 km senza supporto – L’Icarus Trophy con il Viper 3

La maggior parte dei nostri voli avvengono in quello che si potrebbe definire il giardino di casa, in un ambiente conosciuto. Non siete del parere che dopo un po’ tutto questo diventi noioso? Così, un gruppo di piloti ha deciso di attaccare il sacco da bivacco al paramotore e di partire verso l’ignoto affrontando la sfida dell’Icarus Trophy – la più dura delle competizioni in paramotore. Miroslav Svec, un pilota di paramotore della Slovacchia e proprietario dello Scout, un ben noto marchio di paramotore, ha partecipato all’ultimo Icarus Trophy completando la sua avventura con il suo Ozone Viper 3.
Per più di una settimana, Miroslav ha volato senza supporto per oltre 1900 km, sorvolando i ghiacciai al confine del Canada, deserti d’alta quota, vulcani e vastissimi campi di lava, il Gran Lago Salato, paludi e pianure salate, passi alpini d’alta quota, profondi e minacciosi canyons, archi e pinnacoli rocciosi… tutto il percorso per arrivare a Las Vegas.
Miroslav riferisce: “Abbiamo dovuto volare in differenti condizioni meteorologiche, siamo partiti dal Montana con la neve e temperature sottozero, andando in direzione dell’Idaho, per arrivare alle temperature tropicali di Arizona e Nevada solo una settimana più tardi. Volando senza aiuti, devi portare con te tutto il tuo materiale: il carburante di scorta, 4 litri di olio per motori a 2 tempi, attrezzatura da campeggio, abiti di ricambio, acqua, un po’ di cibo, macchine fotografiche, caricabatterie e batterie. Solo i punti di partenza ed arrivo erano prefissati, poi abbiamo dovuto pianificare tutta la nostra rotta, cercare le stazioni di rifornimento, analizzare la meteo, adattare il nostro percorso, trovare riparo per la notte… prendere le decisioni giuste ed accettare le conseguenze di quelle sbagliate! Per questa gara, io ho scelto di volare con un Viper 3 22 e penso che questa mia scelta sia stata molto vicina alla perfezione! Ci sono poche cose che risultano fondamentali per questo genere di avventure e poche di queste sono utili per fare della vostra vela l’arma assoluta per il cross country: gonfiaggio, velocità di decollo e atterraggio, stabilità in turbolenza, consumo di carburante e velocità. Il Viper 3 soddisfa tutte queste condizioni! E’ molto facile da gonfiare, sono dell’opinione che il Viper 3 abbia velocità di decollo ed atterraggio significativamente più basse rispetto ad altre vele della stessa categoria e taglia. In turbolenza media, il Viper 3 è una vela molto “nervosa”, continua a muoversi tutto il tempo e nei primi voli dà l’impressione di dover essere controllato per tutto il tempo. Ben presto, però, ho imparato che rimane comunque super solida, e non ho subito nemmeno un solo collasso! L’efficienza del Viper 3 è semplicemente superba. avevo la stessa efficienza di consumi sia che volassi lento sia alla massima velocità. E’ incredibile. Ovviamente il consumo orario aumenta, ma in rapporto alla velocità, dandomi quasi la stessa autonomia per quantità di carburante. Sulla velocità: mi sarebbe piaciuto averne un poco di più. La maggior parte dei piloti volava con taglie più piccole… Mi sono divertito moltissimo ed ho vissuto molte avventure durante questa viaggio e sto pianificando di provare il Viper 4 in preparazione della prossima avventura di cross country su lunghe distanze”.

Congratulazioni da tutto il Team Ozone!
Potete leggere il resoconto di tutta l’avventura con numerose immagini mozzafiato su questo sito
La web page dell’Icarus Trophy la trovate qui

Tre Nuovi Record Mondiali dei Piloti Ozone

Durante l’ultimo Campionato Mondiale di Paramotore, che si è tenuto a Marugan, in spagna, tre piloti Ozone hanno conseguito dei record mondiali la categoria: Tempo su percorso di prtecisione (Clover leaf Slalom) in 3 differenti classi:

Class PF1 (decollo a piedi) – Alex Mateos (FR) che volava con il suo Viper 20, motore Macfly Polini Thor 200 con un tempo di: 36.31 sec (direct link)

Class PF1 (decollo a piedi femminile) – Emilia Plak (POL) che volava con lo Speedster 19, motore PAP PA125 con un tempo di: 43.7 sec (direct link)

Class PF2 (decollo a piedi tandem) Ryszard Zygadlo e Patrycja Lejk (POL) che volavano con lo Speedster 33, motore Polini Thor 20 con un tempo di: 82.34 sec (direct link)

Tutti i record sono stati ratificati dalla commissione FAI CIMA.
Congratulazioni a tuttill!
Link alla pagina FAI World Records info: http://www.fai.org/record-microlights-paramotors

I Piloti Ozone Vincono lo Slalom

P { margin-bottom: 0.21cm; }Il nuovo Slalom è stato condotto numerose volte alla vittoria già in questo scorcio di inizio della stagione di gara 2013.

All’Expo Montegrappa, la maggioranza dei piloti volavano Ozone, sebbene fossero presenti numerosi Team Pilots di altri marchi. E’ stata disputata una task di slalom FAI su percorso a 8. Alex Mateos (Viper 18) e Aurelien Ganaye (Slalom 21) hanno completato la task con un impressionante tempo di 30 e 32 secondi, 5-6 secondi più veloci del pilota successivo in classifica; la loro strabiliante prestazione ha impressionato tutti i presenti con precise e strettissime virate rasoterra attorno al pilone con 80-90° di angolo di rollio. Congratulazioni ragazzi, ben fatto, e pensiamo che si sia trattato anche di un eccellente allenamento per il prossimo Campionato Francese.

La prima manche del Campionato Italiano di Lega Paramotore si è tenuta durante il primo weekend d’aprile. Dell’evento, Raffaele Benetti riferisce: “Finalmente in Italia il livello delle competizioni si sta gradualmente allineando al resto d’Europa, con task sempre più tecniche, migliorate capacità dei piloti ed attrezzature di ottimo livello”. Sul podio del primo evento sono saliti assieme tre piloti dello Slalom. Al primo posto, Sandro Passeri (Sette volte campione italiano), che ancora una volta ha confermato la sua supremazia.

Campionato Italiano:

1) Sandro Passeri (Ozone Slalom 21)

2) Raffaele Benetti (Ozone Slalom 19)

3) Walter Camozzi (Ozone Slalom 21)

Ciao da tutto il Team.

I Piloti Ozone Pilots Vincono al Campionato Mondiale 2012

Dopo una pausa di tre anni ( l’ultimo mondiale di paramotore si svolse nella Rep.Ceca nel 2009) Il settimo campionato Mondiale di Paramotore si è svolto in un piccolo aeroporto a Marugan, Spagna (vicino a Madrid).

Hanno partecipato alla competizione 118 piloti e co-piloti di 17 nazioni, che hanno gareggiato in 4 categorie: PF1 decollo a piedi solo, PF2 decollo a piedi tandem, PL1 trike solo e PL2 trike tandem. Per la prima volta nella storia di questo sport la gara ha visto una competizione PF1 valida per la categoria femminile.

Le buone condizioni meteo hanno consentito di disputare 10 task valide in 7 giorni: 2 slaloms, atterraggio di precisione, navigazione con carburante limitato, velocità, regolarità con velocità dichiarata o riconoscimento delle boe,  risparmio carburante su distanza e risparmio carburante in buone condizioni di termica.

L’Ozone team pilot: Alex Mateos, era sofferente per un trauma alla caviglia occorso giusto una settimana prima della competizione. Miracolosamente, è stato in grado di partecipare alla classe PF1 con il suo Viper. Alex ha vinto le task di slalom con un buon margine ma non era sufficientemente competitivo nelle gare di risparmio di carburante volando con il suo motore Polini 200. Soltanto all’ultima task di economia di carburante ha perso la sua posizione di testa, arrivando secondo assoluto con il titolo di vice campione. Congratulazioni Alex! ti auguriamo tutto il meglio per il prossimo campionato europeo del 2013 che si svolgerà in Estonia.

L’Ozone Speedster ha dominato sul podio delle gare di classe PF2, con il primo e secondo posto. Il pilota francese Yann Leudiere con il suo co-pilota Aundrey sono apparsi subito imbattibili fin dal principio della competizione, seguiti dalla coppia polacca  Ryszard Zygadlo e Patrycja Lejk. Entrambi i team volavano con lo Speedster 33. La vela ha dimostrato di possedere fantastiche prestazioni, consentendo decolli veloci e la miglior velocità ed agilità in tutte le task, anche se il campo volo si trovava ad un’altezza di 940m sul livello del mare.

Per la categoria PF1 Femminile, il Manager di Ozone PPG, Emilia Plak, ha volato con il suo Speedster 19m conquistando il titolo assoluto di Campionessa Mondiale. Coralie Mateos è arrivata seconda assoluta anche lei con uno Speedster 19m.

Emilia Plak ha dichiarato: “I piloti dello Speedster in questa competizione erano tutti molto soddisfatti delle loro prestazioni. Il campo volo di  Marugan si presentava con condizioni difficili: decolli in altitudine in assenza di vento. Lo Speedster era molto facile da far decollare, ha una fantastica velocità massima ed ha dimostrato di essere molto stabile in turbolenza. In termica ha un comportamento tale che sembra di volare una vela da volo libero.”

Alex Mateos riferisce: ”Ho cominciato volando Ozone ed è ancora la mia scelta. Mi piace la serie Viper e penso che offra il miglior compromesso per ogni genere di task di una competizione classica: velocità, agilità ed economia di consumo. Questa competizione era un po’ difficile per me a causa della distorsione alla caviglia che ho subito. Si è trattato di una decisione difficile che ho dovuto prendere appena prima della gara, ero molto dolorante e sono molto contento di essere riuscito comunque a partecipare!”

Per tutti i risultati: http://marugan2012.es/paramotor/scores

Congratulazioni da tutto il Team

Altri Slalom Vinti dai Piloti Ozone

Un altro evento di Slalom: lo Slalomania Tour Vosges, si è svolto in Francia ed i piloti del Team Ozone Alex e Mathieu sono arrivati rispettivamente primo e secondo. Mathieu Rouanet riferisce:

“I piloti hanno volato per un totale di 15 tasks di aggiramento dei piloni, ed abbiamo potuto vedere che il livello generale dei piloti di paramotore sta migliorando sensibilmente ad ogni nuovo evento di slalom! Anche la velocità e la manovrabilità delle vele è molto migliorata.
Alexandre Mateos è irraggiungibile con il suo Viper 2 18m, ed è stato impossibile per tutti riuscire a prenderlo in questa formula di gara che lui predilige. Il suo vantaggio di punti era tanto grande che, al meglio, potevamo solo sognare di arrivare secondi o terzi a questo evento. Io [Mathieu Rouanet] sono arrivato secondo con il mio nuovo Speedster 19m, che sembra l’attrezzo globalmente più facile da impiegare nelle gare di Slalom, e possiede anche un apprezzabilmente limitato allungamento.
La prestazione di Aurelien Ganaye, che è arrivato quinto senza nemmeno mai spingere la speedbar, è stata notevole. Le sue traiettorie sono state probabilmente le più intelligenti rispetto a qualunque degli altri competitori. E’ stato grande vedere così tanti piloti Ozone partecipare alla disciplina slalom, che ora costituisce la gran parte delle gare di paramotore. Le vele Ozone, naturalmente’ sono ben conosciute per la loro eccellente maneggevolezza e velocità, che sono ingredienti fondamentali nello slalom.”

Le prossime task della Slalomania Series 2012 si svolgeranno in agosto a Couhé, nel sudovest della Francia, e poi a Gap, per la finale, poco prima della Coupe Icare.

Attualmente Alex ha vinto 18 punti nella Slalomania Series 2012, e Mathieu na ha 17. Tenetevi collegati per i prossimi eventi.

Tutti i risultati sono visibili qui.

Foto a destra: cortesia di Joel Amiable e Michel Clement

Ciao da tutto il Team!

I Piloti Ozone Raccolgono l’Oro al Campionato Francese di Paramotore

Il Campionato Francese di Paramotore 2012 si è concluso con i piloti Ozone che hanno conquistato 4 megaglie d’oro sui 5 eventi.

-Alex Mateos: Campione Francese di Paramotore 2012 con il suo Viper 2 20m
-Coralie Mateos: Campione Francese femminile di Paramotore 2012 con il suo Speedster 19m. Coralie ora è titolare di 3 titoli!
-Yann Leudiere: Campione Francese di Paramotore 2012 per tandem con decollo a piedi volando con lo Speedster 33m.
-Christophe Charon: Vice Campione Francese di Paramotore 2012 per tandem con decollo a piedi volando con lo Speedster 33m.
-Jeremy Lecourt: Campione Francese di Paramotore 2012, per la categoria trike monoposto con il suo Viper 27m.

Qui trovate un riepilogo a cura di Mathieu Rouanet:

Il Team Ozone si è sggiudicato 4 medaglie d’oro su 5 gare. Devo sottolineare che la famiglia Mateos è quella che ha raccolto più oro nelle sue mani… e questo è il secondo titolo nazionale per Alex (che aveva vinto anche nel 2010) ed il terzo per Coralie (già campionessa 2009 e 2010). Abbiamo beneficiato di una meteo perfetta per tutta la settimana che ci ha consentito di disputare task per tutte le categorie della competizione di paramotore, incluso “Mania” e Atterraggio di Precisione, Speed / Navigazione, and Regolarità / Economia.

La lotta per il primo posto è stata intensa, ed il risultato incerto fino all’ultimo. Alex e Pascal Vallee hanno volato in modo fantastico per tutto il Campionato. Alla fine Alex ha vinto proprio per un pelo. Alex è molto soddisfatto del suo Viper e gli piace impiegarlo per ogni genere di volo. Non ha aspetti negativi, riferisce, consentendogli di eccellere in ogni sezione della competizione.

Coralie ha scelto di volare con lo Speedster 19m, affidandosi alla sua velocità ed agilità nelle task di slalom. Coralie, riferisce che avere una così elevata fiducia nella vela le ha permesso di concentrarsi sul volo senza doversi preoccupare della stabilità della vela. Lo Speedster è realmente adatto ad un’ampia gamma di piloti, ed è impiegato nei loro programmi didattici anche dalla scuola Annecy Paramotor, Courant D’Ailes, e da quella d’Orleans! (http://www.annecyparamoteur.com/, http://courantdailes.free.fr/, e http://www.orleansparamoteur.com/). E’ stupefacente pensare che questa vela possa essere impiegata sia nella didattica che nelle competizioni top di paramotore.
Anche Yann ha scelto lo Speedster per i suoi voli tandem, grazie alla sua facilità di decollo (sebbene la taglia 33m sia piccola per il tandem in paramotore) e per la sua fantastica velocità quando strimmato ed accelerato. Yann, preferisce anche usare una vela facile per i voli tandem. Il suo principale avversario: Christophe Charon, aveva già vinto lo stesso titolo lo scorso anno sempre con lo Speedster 33m.
Jeremy Lecourt ha cominciato a volare nella classe trike monoposto solo due mesi fa, ed ora è Campione Francese; ha scelto il Viper per via della velocità massima e della facilità di decollo che, riferisce, sono caratteristiche fondamentali per il trike, ma difficili da trovare in una vela con una buona agilità per le task “Mania” unite alla buona efficienza necessaria per quelle di economia.

Grazie del report, Mathieu! Noi di Ozone vogliamo inviare le nostre più calorose congratulazioni a tutti i piloti che hanno scelto di volare con le nostre vele. Siamo molto lieti di vedere così tanti piloti con un sorriso stampato in faccia sui podi francesi, ed su quelli di tutto il mondo!

Ciao da tutto il Team e… buon paramotore!

Mathieu Stabilisce un Nuovo Record Mondiale

La FAI ha appena ratificato il volo record per velocità su circuito di precisione (clover leaf course) di Mathieu Rouanet; record di 38.976 secondi. Mathieu volava con una taglia piccola dell’Ozone Viper, e riferisce che questo record dovrebbe durare per un po’ di tempo.

Velocità ed agilità del Viper 2 sono virtualmente ineguagliate nel mondo del paramotore, come appare evidente da questo e da molti altri records, per non menzionare i molti titoli internazionali vinti in competizione in numero superiore a qualunque altra vela della storia.

Mathieu in questo momento è in Taiandia, dove sta esplorando il territorio con il paramotore e sta partecipando all’UTE contest, click qui per altre info.

Ciao da tutto il Team.

@font-face { font-family: Cambria Math; } @font-face { font-family: Calibri; } @font-face { font-family: Bookman Old Style; } @page Section1 {size: 612.0pt 792.0pt; margin: 72.0pt 72.0pt 72.0pt 72.0pt; mso-header-margin: 36.0pt; mso-footer-margin: 36.0pt; mso-paper-source: 0; } P.MsoNormal { FONT-SIZE: 12pt; MARGIN: 0cm 0cm 0pt; FONT-FAMILY: “Times New Roman”,”serif”; mso-style-unhide: no; mso-style-qformat: yes; mso-style-parent: “”; mso-pagination: widow-orphan; mso-fareast-font-family: Calibri; mso-fareast-theme-font: minor-latin } LI.MsoNormal { FONT-SIZE: 12pt; MARGIN: 0cm 0cm 0pt; FONT-FAMILY: “Times New Roman”,”serif”; mso-style-unhide: no; mso-style-qformat: yes; mso-style-parent: “”; mso-pagination: widow-orphan; mso-fareast-font-family: Calibri; mso-fareast-theme-font: minor-latin } DIV.MsoNormal { FONT-SIZE: 12pt; MARGIN: 0cm 0cm 0pt; FONT-FAMILY: “Times New Roman”,”serif”; mso-style-unhide: no; mso-style-qformat: yes; mso-style-parent: “”; mso-pagination: widow-orphan; mso-fareast-font-family: Calibri; mso-fareast-theme-font: minor-latin } SPAN.apple-style-span { mso-style-unhide: no; mso-style-name: apple-style-span } .MsoChpDefault { FONT-SIZE: 10pt; mso-style-type: export-only; mso-default-props: yes; mso-ansi-font-size: 10.0pt; mso-bidi-font-size: 10.0pt } DIV.Section1 { page: Section1 }FAI ha ratificato il seguente Record Mondiale Classe R (Microlights):
================================================
Claim number : 15478
Sub-class :RPF1Tm (Microlights : Paraglider Control / Foot-launched / Flown with one person / Thermal Engine / Male category)
Type of record : Precision Circuit in the Shortest Time (“Clover leaf Slalom”)
Course/location : Torino (Italy)
Performance : 38.976 s
Pilot : Mathieu ROUANET (France)
Paramotor : Ozone Viper
Date :12.06.2009

Mathieu ed Emilia hanno Vinto!

Dopo una campagna d’informazione aggressiva, utilizzando tutti i mezzi social media che potevano immaginare, incluso Facebook, Twitter, e tutti i forums di una qualche rilevanza, Mathieu ed Emilia hanno vinto il loro viaggio gratuito all-inclusive per Phuket, in Tailandia.

La ‘Ultimate Thailand Explorers’ competition ha scelto Mathieu ed Emilia tra molti altri team composti di due persone, molti dei quali hanno creato dei cortometraggi per convincere il pubblico che si meritavano il loro voto per poter andare ad esplorare una specifica regione della Tailandia. Mathieu ed Emilia, nella loro posizione di campioni di paramotore, hanno montato un cortometraggio che illustrava il loro piano di volo ed hanno stracciato i loro competitori con migliaia di voti di preferenza di distacco. Guardate qui Mathieu ed Emilia’s sul loro video di presentazione

A questo punto, M&E si trovano già in Tailandia dove stanno muovendo lentamente verso Phuket. Siamo impazienti di vedere le loro foto ed i video che riusciranno a riprendere, perchè sarà nella seconda parte della competizione che si deciderà quale dei cinque team prescelti sarà il vincitore assoluto e guadagnerà il titolo di ‘Ultimate Explorers’, per il miglior documentario d’avventura girato sul territorio.
Vi terremo informati da queste pagine, perciò state fasati, e per ulteriori informazioni andate a vedere su: http://ultimatethailandexplorers.com/

Congratulazioni, Mathieu ed Emilia, vi auguriamo un grande viaggio!

Ozone Sbanca i World Air Games nel Paramotore e prende l’Oro nel Syncro Acro

Con un podio al 100% Ozone: Mathieu Rouanet, Laurent Salinas, ed  Alexander Mateos hanno guadagnato il primo, secondo e terzo posto volando con i loro Viper ai World Air Games di Torino. Anche Felix Rodriguez e suo fratello Raul, hanno guadagnato la medaglia d’oro nel Acro Syncro.
Le gare di paramotore dei WAG erano focalizzate su velocità, efficienza, ed agilità, ed il Viper/Viper 2 si è comportato ammirevolmente bene nelle mani di Mathieu, che si è aggiudicato la vittoria assoluta. Ai piloti in gara era richiesto completare una speciale serie di gare, come: Clover Leaf, Basketball Slalom, e Dragon Tail Chase. In tutte le tasks, i piloti dovevano volare vicini al terreno ad alta velocità manovrando accuratamente le loro vele. L’agilità e la stabilità del Viper 2, combinata con la sua velocità al massimo della sua classe, hanno aiutato Mathieu, Laurent, ed Alex a vincere.

Mathieu non è nuovo alle gare, con più titoli in competizioni internazionali di qualunque altro pilota di paramotore della storia. Egli è stato: World Champion, Vice World Champion, European Champion, e French National Champion, sempre con il Viper. Mathieu è anche parte integrante dell’Ozone PPG development team, fornendo i pareri più importanti sulle nostre nuove vele.

Laurent Salinas vola in paramotore da un po’, ma è stato meno attivo nelle competizioni. Recentemente è arrivato secondo ai French Nationals, ed è chiaramente sulla strada per diventare un formidabile competitore sulla scena futura del paramotore!

Sempre per parlare di future potenzialità… Alexander Mateos ha solo 17 anni, ma è già uno dei migliori piloti mondiali di paramotore. Lo sport del volo libero tradizionalmente favorisce i piloti con anni d’esperienza, ma sebbene Alex voli solo da 5 anni, egli possiede le capacità ed il controllo di piloti stagionati. Siamo certi che Alex diverrà uno dei migliori piloti del mondo se non il migliore in assoluto del prossimo futuro, e siamo molto lieti del fatto che voli e si diverta con le vele Ozone.

I fratelli Rodriguez: Felix e Raul, hanno guadagnato la medaglia d’oro nella gara di syncro acro. I due fratelli da almeno un decennio sono il più forte team di syncro acro e due dei migliori piloti del mondo, sebbene le capacità degli altri team in gara sia molto cresciuta in questi anni.  Felix volava con il suo pro model FLX.2, che è disponibile per i piloti che vogliono la massima sensibilità nel volo acro.
Congratulazioni ragazzi, eccellente lavoro!

Ciao da tutto il Team.