Loading Icon Black

DALL’IRLANDA ALL’AFRICA IN PARAMOTORE

May 17, 2017

Oisín Creagh ha volato con il suo paramotore dall’Irlanda all’Africa nei mesi di agosto7settembre 2016 per pubblicizzare e raccogliere fondi per un’opera pia africana.

La sua spedizione gli è valsa una nomination per partecipare al premio istituito dalla rivista irlandese Outsider magazine.

L’irlandese, che dai quotidiani è stato soprannominato l’uomo della motofalciatrice, ha pianificato e fatto un viaggio di 3000 km in paramotore per cercare di raccogliere 12.000 euro per l’organizzazione di aiuti e collaborazione Gorta-Self Help Africa, la cui missione è combattere la fame e la povertà nell’africa rurale.

Oisín ha lasciato l’Irlanda il 24 di agosto, attraversando i 38 km del mare d’Irlanda verso la scozia, il primo delle sue tre trasvolate su mare aperto ed ha proseguito con un volo in due tratte per 300 km complessivi nella sua prima giornata di volo. Dopo sole tre settimane ha raggiunto l’Africa, atterrando a Ceuta sul capo a nord-est del Marocco, dopo aver attraversato lo stretto di Gibilterra. Purtroppo, il permesso di sorvolare il Marocco, che lui aveva richiesto, è arrivato troppo tardi, perciò la sua destinazione finale è stata Ceuta che è territorio spagnolo.

Oisín ha volato con un Ozone Spyder 26, ed un motore Air Conception Nitro 200.

Ecco cosa dice Oisin del suo volo: “Entrambi [lo Spyder ed il Nitro 200] hanno dato prestazioni eccellenti… non avrei mai attraversato il canale della Manica e lo stretto di Gibilterra senza un’imbarcazione di supporto, a meno ché non avessi un’enorme fiducia in questo motore e nella vela Ozone Spyder… “
Potete trovare altre informazioni sulla missione di Oisín, incluso estratti delle interviste televisive su Facebook.com/flyafrica.ie

Congratulazioni da tutto il Team Ozone.