Loading Icon Black
Addict 2

Info prodotto

L’Addict 2 è la più elaborata vela XC/Sport che abbiamo progettato. Quest’ultima creazione di David Dagault è il risultato di oltre un anno di sviluppo e collaudi, ed è stato disegnato per piloti di cross esperti e calcolatori. Le ricerche e la tecnologica impiegate sulle nostre vele da gara, sono valse a combinare prestazioni elevate e realmente usufruibili nel volo di tutti i giorni con la celeberrima agilità e la sicurezza LTF 2 del primo Addict.

L’Addict originale ha dato prova di essere un leader nella categoria LTF 2 in termini di prestazioni. Recensioni indipendenti, misurando la sua efficienza e velocità, lo hanno posto ai massimi livelli della classe LTF 2. L’Addict2 è stato progettato per arrivare ai medesimi risultati, con una migliore efficienza raggiunta grazie ad oltre due anni di ricerca e sviluppo.

Lo scopo del progetto Addict 2 era di migliorare le prestazioni ed il comfort dell’Addict originale senza compromettere il pilotaggio, il divertimento o la sicurezza. Dopo oltre un anno di prototipi, test e prove comparative, siamo lieti di annunciare che abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati.

Il profilo impiegato sul Mantra M2, la nostra vela top LTF 2-3, è estremamente efficiente e stabile sul beccheggio, ed è stato applicato all’Addict2 per migliorarne l’efficienza e la stabilità sul beccheggio. Il risultato di tutto questo è una sensazione di costante penetrazione, con la vela che taglia la turbolenza ed avanza con straordinaria efficienza nel controvento.

E’ stato applicato un nuovo schema delle linee con una riduzione di 30m sul totale grazie alla scomparsa delle linee D principali. Le linee dell’Addict2 sono fabbricate con un durevole aramide con guaina per le principali ed aramide sguainato con trattamento anti UV per quelle mediane e sommitali.

Prestazioni reali non soltanto nei numeri, comfort e semplicità d’uso sono forse anche più importanti. Non abbiamo aumentato troppo l’allungamento per questo tipo di vela, perchè la nostra filosofia era di creare una macchina da XC che potesse essere impiegata al 100% delle sue prestazioni in tutte le condizioni e gamma di velocità. La tensione della vela è basata sugli sviluppi del Mantra M2 e Mantra R07, ed è una caratteristica importante del progetto perchè va ad interessare direttamente le prestazioni della vela ed il suo modo di trasmettere informazioni al pilota. L’Addict2 è confortevole quanto un binario su quale esplorare il vostro cielo, in grado di fornivi tutte le informazioni sull’aria circostante in modo tranquillo e comprensibile attraverso i freni e gli elevatori.

Il pilotaggio è stato ulteriormente migliorato riducendo il grado di rollio nel volo rettilineo e nella virata. Questo rende più efficiente la planata con meno movimenti parassiti della calotta e virate più piatte, che ne migliorano la resa in termica senza comprometterne l’agilità. Con tutto questo, insieme ad una sensibilità diretta ed intuitiva che viene dalla raggiera dei freni, l’Addict2 vi mette a disposizione la possibilità di centrare il core come mai in precedenza.

Lo speed system è semplice e facile da usare. Le innovative carrucole su cuscinetti a sfera rendono graduale e leggera la pressione sulla pedalina, consentendovi di usarla in tutta tranquillità tutto il giorno, senza affaticamento o sforzi eccessivi.

“Ho appena fatto un volo in condizioni di aria assolutamente turbolenta con l’Addict 2… e vi devo dire che probabilmente è perfetto per questo lavoro.”
2 settimane dopo:
“L’Addict 2 mi ha appena portato in quello che probabilmente è il volo più bello della mia vita. 130 km attraverso la più pazzesca rotta di montagna del mondo: l’attraversamento del Chongolungma da Hunza a Skardu!
 David Dagault ha fatto qualcosa di straordinario con il pilotaggio dell’Addict2 e questo mi ha consentito di togliermi dalle peste sulla testata del ghiacciaio, dove ho dovuto mettere tutto il mio impegno sopra un territorio di neve fresca ad oltre 5000m… in qualche modo l’Addict2 ha lasciato che risalissi nella turbolenza di un pieno sottovento facendomi guadagnare poche ma preziose centinaia di metri, che mi hanno salvato da quattro giorni di marcia infernale (se fossi stato fortunato, perchè avrei potuto essere ancora lassù).”
John Silvester, da qualche parte in Himalaya.

Potete leggere la prova dell’Addict 2 sul numero di maggio 2008 di Gleitschirm Magazine.

Colori opzionali

Addict 2 Colour Options

Contenuto della confezione

OZONE offers a range of backpack choices when you order your wing. To change the type of backpack that will come with your wing, please speak with your OZONE Dealer.

La vostra vela OZONE viene consegnata con i seguenti accessori standard :

You may choose to add something to your order, such as: Saucisse Bag (video) (concertina packing bag), Easy Bag (quick stuff sack), or OZONE Clothing and Accessories.

Specifiche

XS S M L XL
Cells 59 59 59 59 59
Area Proj. 19.1 20.9 22.6 24.6 26.8
Area Flat 22.2 24.3 26.3 28.6 31.2
Span Proj. 8.9 9.3 9.7 10.1 10.6
Span Flat 11.2 11.7 12.1 12.7 13.2
AR Proj. 4.2 4.2 4.2 4.2 4.2
AR Flat 5.6 5.6 5.6 5.6 5.6
Root Chord 2.49 2.61 2.71 2.83 2.95
Glider Weight 5.1 5.4 5.8 6.2 6.6
In flight weight range 55-70 65-85 80-100 95-115 110-135
LTF 2 2 2 2 2

Materiali

  • Estradosso: Skytex 45 Evolution
  • Intradosso: Skytex 40 Classic
  • Centine: Skytex 40 Hard
  • Linee superiori: Liros DC60
  • Linee mediane: Edelrid 8000-190 UV
  • Linee inferiori: Edelrid 6843-200/340

DOWNLOADS

Note del Progettista

IL CONCETTO

  • Più comfort, Più performance, Più efficienza dell’Addict originale.
  • Meno movimenti in ascendenza ed in turbolenza, con segnali meno rudi trasmessi al pilota rispetto all’Addict originale.
  • Stessa agilità e capacità di divertire come l’Addict Originale.

All’inizio del processo di sviluppo c’è stato un dibattito se impiegare uno schema a tre o quattro linee. Dopo mesi di lavoro e prove comparative abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, che è un ben bilanciato compromesso tra le due opzioni iniziali.  

NUOVE CARATTERISTICHE

La soluzione per godere di entrambi i vantaggi del sistema a tre linee (meno resistenza aerodinamica) e quello a 4 linee (meno deformazioni sulla corda alare cioè una migliore sensazione in volo) è stata quella di creare una giunzione piramidale delle C e D. Si è ottenuta così una riduzione di 30 metri sulla lunghezza totale del fascio, che ha comportato un significativo guadagno in prestazioni senza compromessi sulla sicurezza o sul pilotaggio. Per i materiali impiegati sulle linee abbiamo scelto quello che ci garantiva il meglio in termini di durata e prestazioni. Per le linee mediane e superiori impieghiamo cordini sguainati con trattamento anti-UV che ci consentono di ridurre la resistenza aerodinamica, mentre per i principali abbiamo scelto delle linee dotate di una normale guaina protettiva che ne garantisce la durata e la semplicità d’uso in decollo e nelle manovre al suolo su qualunque genere di terreno.   

Abbiamo impiegato lo stesso profilo del M2, con spessori simili. L’effetto principale è una vela che tende costantemente a stare davanti al pilota, con una migliore planata controvento ed una superiore stabilità nel beccheggio. La sensazione è che l’Addict2 tagli la turbolenza. Non solo è stata migliorata in modo significativo la capacità di planata, anche l’efficienza in termica è aumentata. Abbiamo ridotto il numero di cassoni togliendone uno centrale. La minore distanza tra le linee al centro aiuta a migliorare il comfort in volo della vela. 

La tensione della vela è stata ricalcolata per soddisfare le necessità di aumentare il comfort e ridurre l’intensità e la durezza delle informazioni che arrivano al pilota attraverso gli elevatori. La tensione della vela è realmente basata sugli sviluppi del Mantra M2 e del Mantra R07 research, che hanno dato prova di essere le vele più confortevoli delle loro rispettive categorie. L’arco della vela è stato significativamente modificato per ottenere un minor rollio e migliori prestazioni in planata. 

L’allungamento non è cambiato, abbiamo ottenuto un reale miglioramento delle prestazioni senza inficiare la sicurezza globale della vela. L’idea era di non estremizzarlo, perchè sarebbe stato molto bello sulla carta ma non realmente utilizzabile dai piloti LTF 2. L’Addict2 è una altro esempio della filosofia che sta dietro al concetto ‘Prestazioni Reali’, la base di tutta la nostra progettazione. Gli elevatori impiegano le medesime carrucole con cuscinetti a sfera di alta qualità impiegate sul Mantra M2. Possiamo virtualmente garantire che l’Addict2 ha il sistema d’accelerazione più morbido che abbiate mai impiegato.