Loading Icon Black

Il BBHPP – il Video ed Informazioni Utili

dicembre 18, 2009

C’è stata una grande aura di mistero e un turbinare di voci intorno al BBHPP fin da quando è stato visto in azione in Italia, dove ha vinto La Superfinale di PWC ed il campionato 2009. Ci scusiamo per essere stati tanto reticenti fin’ora, ma vista la natura delle vela e la imminente stagione delle gare, non volevamo rivelare troppi dettagli. 

A questo punto vogliamo darvi alcune informazioni su questa vela. Ci auguriamo che il video che potete vedere qui e le risposte alle domande più comuni siano sufficienti a chiarirvi le idee il più possibile.

Riveleremo ulteriori informazioni in futuro, ma per il momento questo è tutto quello che possiamo dirvi. Tenetevi aggiornati per altre info.

Fate click qui per guardare il video del BBHPP in azione, dal decollo all’atterraggio.

BBHPP –  Domande più comuni

Q. Passare da tre a due linee fa veramente così tanta differenza in prestazioni?
A. Questa modifica nel progetto (fatto salvo che tutti gli altri parametri rimangano identici), porta ad un risparmio del 25-28% sulla lunghezza totale del fascio incluso quello dei freni. La tenuta al carico di un cordino aumenta al quadrato del diametro, ma la resistenza aerodinamica aumenta in modo proporzionalmente lineare al diametro. Questo comporta il fatto che si arriva ad una significativa riduzione della resistenza di forma delle linee, che si riflette in un miglioramento nella planata e nella velocità.

Q. La preparazione della vela è simile a quella di un deltaplano?
A. No ci sono alcune minuscole stecche in carbonio che vengono inserite nella struttura durante al produzione e non devono essere rimosse dalla vela. Sono molto leggere e sottili, il peso totale del carbonio impiegato nella vela è di 150 grammi, veramente poco! Il BBHPP è facile e veloce da dispiegare come una vela normale se non anche più facile.

Q. Ci sta nella sacca?
A. Certo, senza alcun problema, perchè le stecche sono molto corte ed occupano solo una parte della corda alare. Il BBHPP si ripiega in una sacca molto piccola.

Q. Quanto tempo ci vuole per ripiegarlo?
A. Ripiegare il BBHPP è più semplice che per una vela nomale, perchè ripiegarlo a fisarmonica cassone su cassone è facilissimo. Sta senza alcun problema in un normale zaino anche assieme al vostro enorme imbrago da gara.  

Q. Cosa succede se una o più stecca si dovessero rompere?
A. La vela continuerebbe a volare normalmente.

Q. Quanto pesa?
A. Pesa solo 5.7kg, meno della media per una vela LTF 2 / EN C!

Q. Si tratta davvero del primo progetto a due linee?
A. Altre vela a due linee hanno già volato in precedenza, ma il BBHPP  è il primo progetto che con successo sia stato impiegato in grandi voli di cross o nelle competizioni. 

Q. E’ stato testato?
A. Come tutte le altre vele da gara della PWC, il BBHPP supera le specifiche per un test di carico teorico, ma le prove di volo che abbiamo condotto in condizioni reali hanno più che dimostrato come la vela sia realmente impiegabile. L’impiego del carbonio nei parapendio è ancora nella sua infanzia, e noi, come altri, continueremo a provare sotto tutti gli aspetti questa nuova tecnologia.

Q. Si possono fare le orecchie o la spirale?
A. Sì, si può. Anche se tutte le vele da gara ad allungamento elevato non scendono bene con la grandi orecchie, il BBHPP può eseguire questa manovra come pure la spirale. Tuttavia, con così tanta velocità ed efficienza è molto più facile usare le prestazioni a vostro vantaggio per sfuggire dall’area che volete evitare.

Q. Si può attraversare le Alpi francesi in tutta la loro lunghezza e poi ritornare in jet a casa con il BBHPP come bagaglio a mano?
A. Certo che si può! Chiedete a Dav Dagault, che ha preso il BBHPP per un normale volo di test nell’agosto 2009 ed è atterrato a 333km di distanza in quello che è stato il nuovo volo record di distanza sulle Alpi.

Q. Le prestazioni sono state collaudate in gara?

A. Il BBHPP ha vinto la superfinale di PWC ed il campionato 2009 ai comandi di Charles Cazaux e Russ Ogden. Perciò potremmo dire di sì, questo ne ha più che dimostrato la competitività nelle prestazioni.

Sul sito del distributore italiano: AIRE Cornizzolo, trovate la traduzione dell’intervento di Mike Cavanagh su PG forum, a proposito della decisione della PMA di porre limiti all’impiego del carbonio come per il BBHPP: http://www.airecornizzolo.com/news2.asp?section=&newsid=89