Loading Icon Black

JOACHIM OBERHAUSER E’ IL CAMPIONE ITALIANO 2020

Dopo aver conquistato il titolo di Campione del Mondo, Joachim Oberhauser si è aggiudicato anche quello di Campione Italiano con il suo primo posto nella classifica generale del Campionato Italiano -open- 2020 che si è disputato a Cuorgné. Si sono svolte sei task in un ambito molto competitivo con la partecipazione di alcuni top pilots di PWC della Polonia. Joachim volava con il suo Enzo 3 ed ha condiviso il podio con Christian Biasi (Enzo 3) in terza posizione. 

Silvia Buzzi Ferraris ha conquistato il titolo femminile con il suo Enzo 3 ed il titolo per la Serial Class è stato vinto dal Team Leader della Nazionale Italiana Alberto Castagna che volava con lo Zeno.

Il commento di Joachim: 

“Siamo stati realmente fortunati a poter gareggiare in questi tempi difficili, a parte il covid-19, quest’anno anche la meteo non è molto favorevole, ma in Cuorgnè è andata bene. Abbiamo disputato sei tasks strutturate tra percorsi in montagna e sulla pianura, ma le basi, in questa zona del Canavese, non sono molto alte in Agosto, e per questo la competizione è stata molto tecnica. Personalmente, mi trovo perfettamente a mio agio nelle competizioni lunghe e con molte task, perché riesco a raggiungere il giusto livello di concentrazione e ad essere più competitivo. Devo dire di essere veramente contento del mio Enzo 3. E’ senza dubbio, la miglior vela attualmente sulla scena, è sicuro e per questo può essere volato da un buon numero di piloti, è veloce ed efficiente nelle transizioni ma dove percepisci la differenza più grossa è nell’ingresso ed uscita dalle termiche, dove è capace di gestire bene la turbolenza e rende queste transizioni più facili e sicure.”

Congratulazioni Joachim! e Ciao da tutto l’Ozone Team.

PWC DISENTIS, SVIZZERA

A Disentis, in Svizzera, si è appena conclusa la prima tappa del Tour di PWC 2020.

Dopo quattro task la vittoria assoluta è andata a Stephan Morgenthaler (CHE), seguito dai piloti del Team Ozone Luc Armant (FRA) in seconda posizione e Charles Cazaux (FRA) terzo. Tutti volavano con l’Enzo 3.

Per la categoria femminile, il primo posto è andato alle pilote del Team Ozone Seiko Fukuoka Naville (FRA), e Yael Margelisch (CHE), seguite da Laurie Genovese (FRA).

Otto dei primi dieci piloti volavano con l’Enzo 3.

Il commento del responsabile di PWC Ruth Jessop: “Disentis 2020 è stato una fantastica riunione di vecchi amici e rivali di vecchia data, nuovi piloti di Coppa del Mondo e famiglie volanti. Le più grandi congratulazioni ed un grosso ringraziamento a voi tutti che avete contribuito nel costruire l’enorme successo di Disentis 2020.”

Grazie alla PWC per aver gestito un fantastico evento in un momento tanto difficile. Congratulazioni e ciao da tutto l’Ozone Team.

Per tutti i risultati, Click QUI

Photo: Azoom Martin Scheel / PWCA.org

RONNY HELSEGEN SUL PODIO DELLA NORGES CUP CON IL DELTA 4.

La Norges Cup-veka, in Vaga, Norvegia, si è appena conclusa. il nostro vecchio amico, il leggendario pilota norvegese Ronny Helgesen, ha fatto riposare il suo Enzo 3 ed ha gareggiato con il suo nuovo Delta 4. Ecco cosa ci dice:

“Mentre sto aspettando l’Enzo 4, sto volando con il Delta 4. Abbiamo fatto una gara qui in Norvegia, strutturata su 4 task. Il Delta 4 è assolutamente incredibile, specialmente alla massima velocità.

Ho fatto una lunga planata insieme a Rolf Dale con il suo Enzo 3, ed il mio Delta 4 alla massima velocità ha la stesa planata dell’Enzo 3 al 60%. sono riuscito ad arrivare terzo superato da due Enzo 3.

Ozone ha conquistato i primi 11 posti. Vi ringrazio per questo incredibile prodotto, sono impaziente di vedervi terminare la messa a punto dell’Enzo 4…”

Congratulazioni Ronny, un saluto da tutto l’Ozone Team.

Foto: Richard Hansen


Risultati finali.

Assoluta:

Rolf Dale, Enzo 3
Jan Richard Hansen, Enzo 3
Ronny Helgesen, Delta 4

Serial class
Ronny Helgesen, Delta 4
Gunnar Saebu, Nova Triton
Per-Inge Norang, 777 Q-light

Femminile
Mari-Anne Aanes, Enzo 3
Vanja Eggesvik, Zeno
Lill-Elisabeth Jensen, M7

Per tutti i risultati, Click Qui

BAPTISTE E MERYL VINCONO IN ÀGER.

La Pre-PWC di Àger, in Spagna, si è conclusa con 6 manche valide, volate in tutte le direzioni e lungo epiche rotte verso Berga, Torà, la valle del Boí, il chiringuito e l’Alpe.

Il pilota del Team Ozone Baptiste Lambert (Enzo 3), ha vinto la classifica generale.

Il terzo posto assoluto di classifica generale è stato conquistato dalla pilota del Team Ozone, Meryl Delferriere (Enzo 3), che è stata in testa per tutta la manifestazione. Meryl ha vinto facilmente anche la categoria femminile.

Il giovane Baptiste Lambert ci dice:

‘Vittoria! Ho vinto la Pre-PWC di Áger (il Niviuk Open).
Abbiamo fatto una magnifica gara con 6 task e condizioni abbastanza difficili a causa della stabilità e del vento. È stata un’opportunità per me per vedere se la mia routine di addestramento post-parto era stata efficace.
Ha funzionato! Mi trovo molto bene con il mio Enzo 3, che è efficace in planata e soprattutto nelle piccole termiche dove devi girare molto stretto.
Sono riuscito ad attaccare frequentemente, a seguire la mia strada e senza farmi mettere troppa pressione dal gruppo.
Congratulazioni a Pierre Remy e Meryl Delferriere, coi quali ho condiviso il podio ‘”

Per le classifiche complete: clic qui

ongratulazioni e ciao da tutto l’OZONE Team.

Foto Xevi Bonet

PWC SVIZZERA 2020

Meglio tardi che mai, la stagione di PWC decollerà da Disentis domenica 16 agosto.

In Disentis i piloti voleranno su un’area fortemente influenzata dai venti di valle, con un’aerologia molto complessa. Spesso lo stile di volo può essere molto vicino al suolo, senza molte termiche. Riusciranno a fare il risultato i piloti che sapranno meglio comprendere come si muove l’aria sulle montagne ed intorno a queste.

Questo evento riunirà 14 campioni di Super Final, World Cup, e campioni mondiali ed europei, tutti che proveranno a dimostrare che non hanno nulla da dimostrare.

Come i grandi campioni della nautica, stampata sulle loro carene almeno un terzo dei piloti riporta una A!
Ancora più difficile: sette delle nove donne in gara hanno già vinto il titolo femminile.
Ma, su tutto, Disentis 2020 sta per diventare un fantastico raduno di vecchi amici e rivali di lunga data, nuovi piloti della World Cup e famiglie volanti. Padri e figli in gara gli uni contro gli altri, fratelli che cercheranno di battere i propri fratelli, sorelle in competizione contro i propri fratelli ed alcune delle più famose coppie del parapendio i modalità da gara: casalinghe (e casalinghi) disperati determinati nel tagliare per primi il traguardo con la consapevolezza che chi arriva dopo dovrà lavare i piatti per sempre!

Ancora una volta Ozone metterà in campo uno dei Team più forti della competizione: Honorin HAMARD, Luc ARMANT, Julien WIRTZ e Méryl DELFERRIERE.

L’unica cosa che nessuno di loro potrà superare, meteo permettendo, è lo straordinario scenario alpino.

Pur cercando di ottenere il massimo dall’unica opportunità di gara del 2020, ad oggi possibile solo in Disentis, l’organizzazione della World Cup continua con impegno a studiare le possibilità di riunire al più presto il resto della nostra famiglia volante in alcune delle migliori località mondiali.

Seguite Disentis 2020 sul live commentary, tracking e World Cup TV sul mostro nuovo website: https://pwca.org/

Testo: PWCA / Ruth Jessop
Foto Hernan Pitocco

XEVI VINCE DI NUOVO

L’Ozone team pilot, Xevi Bonet, ha iniziato la stagione con due impressionanti vittorie. Dopo essersi aggiudicato il primo posto nel Campionato Spagnolo in Piedrahita, Xevi ha appena vinto il Campionato Spagnolo di cross, in Zarzacapilla ed è stato incoronato Campione Spagnolo di parapendio.

Xevi riferisce:

“Il Campionato spagnolo di XC in Zarzacapilla (Badajoz) si è appena concluso con 4 task fantastiche senza waypoints o startpoints da registrare. L’idea di fondo era quella di volare il più lontano possibile fino al tramonto oppure fino a quando ci saremmo trovati a volare in favore del vento orientale (Viento de Levante).

Io ho vinto il Campionato Open e quello Spagnolo con voli di 213, 272, 350 e 279 km rispettivamente. Il giovane pilota Darío Dandeu è arrivato secondo dopo aver vinto il primo e l’ultimo giorno di competizione, nel quale ha volato da solo per tutto il percorso fino a Cuenca per un volo di 305 km.

Al terzo posto si è piazzato Felix Rodriguez. Noi tutti volavamo con l’Enzo 3.

La gara è stata organizzata dal Club Aerofly che si è preso cura di tutti i piloti ed ha limitato il numero dei partecipanti a 60 per assicurare un recupero migliore e più rapido.”

Per tutti i risultati, Click QUI

Congratulazioni e ciao da tutto l’OZONE team.

Immagini in volo di Xevi Bonet
Immagini del podio: Mario Arque

XEVI, MERYL E L’OZONE TEAM, VINCONO IN SPAGNA.

L’Ozone Team Pilot, Xevi “El Pajaro” Bonet ha vinto il Campionato Spagnolo in Piedrahita.

Per la categoria femminile la Ozone team pilot, Meryl Delferriere (Francia), si è aggiudicata la vittoria arrivano ottava assoluta.

Xevi, Meryl, Felix Rodriguez, Xavi Pujol, e Ronny Geijsen hanno conquistato il titolo a squadre (Alam Air / Ozone).

Tutti volavano con lo Enzo 3.

Xevi riferisce:

“Eravamo 150 piloti in totale ed abbiamo volato 5 task valide rispettivamente di 123, 121, 69, 153 e 124 km. Erano tutte task nuove, di andata e ritorno o triangoli mai provati in precedenza.

Questo è stato possibile grazie alle grandiose condizioni che abbiamo avuto durante l’intero evento, con forti ascendenze (+9 m/s) e basi alte (fino a 4300m).

L’ultimo giorno la gara si è spostata su un differente decollo: Pedro Bernardo, situato sul versante sud della Sierra de Gredos per chiudere l’evento con una task in sottovento.

Si è trattato di una competizione d’alto livello, alla quale ha partecipato il team portoghese ed i giovani piloti francesi di Pôle Espoir.

L’organizzazione è stata incredibile, avevano già lavorato su decolli alternativi sul lato sud per organizzare una pre-PWC per il prossimo anno. ed una PWC per il 2022, e magari anche un campionato mondiale nel 2023.”

Xevi non solo ha vinto una gara molto difficile, ma ha anche trovato il tempo di scattare alcune fantastiche immagini da condividere con noi, grazie Xevi!

Per tutti i risultati, Click Qui.

Congratulazioni e ciao da tutto l’OZONE Team.

Immagini in volo di Xevi Bonet
Immagini del podio: Mario Arque

Rafa Saladini vince il Campionato Panamericano

L’Ozone team pilot, Rafael Saladini, ha conquistato la medaglia d’oro nel Camionato Panamericano che si è disputato in Baixo Guandu, Brasile.

Il suo commento:

“Lo scorso sabato ho avuto il privilegio di conquistare la medaglia d’oro nella quarta edizione del FAI Panamerican Championship. E’ stato un magico “ritorno” per tutto il team brasiliano.

Il mio nuovo Enzo 3 nei colori brasiliani è una vela allo stato dell’arte realmente costruita per vincere. Mi sono sentito realmente sicuro ed in totale comfort al punto che nonostante tutto, mi ha permesso di concentrarmi solo sulla competizione. Grazie a voi Ozone Paragliders.

Dopo una stagione di piogge tanto lunga ed intensa in Baixo Guandú e pessime previsioni per tutte le giornate della competizione, siamo stati realmente fortunati nel poter disputare 5 task e ad aver potuto volare quasi ogni giorno. Invece della tipica atmosfera ‘nucleare’ di marzo, abbiamo avuto solo condizioni tecniche e deboli che hanno messo alla prova fino al limite la nostra pazienza. E’ stata una grande sfida per me, perché le condizioni deboli non sono mai state la mia specialità, nemmeno da quando mi sono impegnato ad aumentare gli allenamenti per diventare ancora più più competitivo nel mio team nazionale.

Le più grandi congratulazioni vanno al russo Gleb Sukhotskiy (che volava sempre con un Enzo 3) per la sua vittoria assoluta nell’evento; congratulazioni anche all’argentina Shauin Kao per il titolo femminile ed al Team Brasiliano ?? per la sua notevole vittoria, pur avendo schierato nuovi membri di limitata esperienza. I brasiliani hanno dominato l’evento con sette piloti tra i primi 10 incluso il ventiduenne Lucas Ribas, il nuovo talento brasiliano che volava sempre con l’Enzo 3. Sono molto fiero della nostra crescita in importanti competizioni. Siamo effettivamente sulla strada giusta”

Pan-American PG Championship’s Nazioni vincitrici:

1st Brasile

2nd Venezuela

3rd USA

Per tutti i risultati visitate: http://hipoxia.com.br/panamericano2020/results/

Congratulazioni e ciao da tutto l’OZONE team.

Photos courtesy of Rafael Saladini and Marcella Uchoa

GARETH CARTER E KARI ELLIS VINCONO IL CAMPIONATO AUSTRALIANO

Il nostro amico Gareth Carter ha appena vinto il Campionato Australiano di parapendio e Kari Ellis è arrivato secondo. Entrambi volavano con l’Enzo 3.

Questo è l’ottavo titolo australiano che Gare porta a casa. Ecco il suo commento:

“Ciao, mi chiamo Gareth, sono uno dei guerrieri del weekend che gareggiano volando col parapendio in giro per il mondo!

Dopo aver fatto occasionalmente un po’ di campetto col parapendio negli anno ’90 mentre mi allenavo per le gare di sci, e poi frequentando una scuola, ho cominciato a volare nel 2001, grazie ad un amico che mi aveva trascinato dentro un corso giusto per fargli compagnia, ma l’ho amato comunque fin dal primo momento ed immediatamente mi sono messo a guidare lungo tutta la east coast Australiana cercando luoghi per il cross. Ironicamente, il mio amico abbandonò il volo dopo sei mesi.

Ho partecipato alla mia prima gara nel 2010 perché il mio gruppo di amici aveva cominciato a fare gare ed io pensai che potevo anche provarci. Non avevo idea di cosa stessi facendo, e puntualmente mi trovai a bucare nei primi 10 km della mia prima task. Fondamentalmente, ci volle tutta la competizione per capire come volare in gara invece che andarmene in giro per un facile voletto di cross.

L’anno successivo, nel 2011, gareggiai in tutta la stagione del campionato australiano (in genere 3 gare FAI cat 2), vincendo per la serial class con il Mantra M3 ed arrivando undicesimo assoluto (gareggiando contro degli R10). Da allora ho vinto sei volte di seguito il titolo australiano (12,13,14,15,16,17), dopo le sei vittorie consecutive in gare FAI Cat 2 ne ho persa una (terzo nel 2018) e poi ho vinto negli ultimi due anni (19,20).

Ho partecipato alla mia prima PWC nel 2014 in Francia – ben distante dalle dolci colline e dalle pianure australiane. E’ stata una grande esperienza ed una bella scuola e da quando sono entrato per la prima volta in PWC, ogni anno cerco di partecipare a gare che rappresentino una sfida per me, ad esempio in zone che non si svolgano su terreni pianeggianti. Come ‘pilota della domenica’ è difficile gareggiare con piloti professionisti che frequentano l’intero circuito di PWC, ma la sfida è eccitante e viaggiare per luoghi sparsi per il mondo dove poi volare è fantastico. Penso, a partire dal 2016, di essere riuscito a piazzarmi mediamente sempre intorno al quindicesimo posto in PWC e nel Campionato Mondiale (10mo PWC Portogallo 2016, 12mo Feltre Worlds 2017, 12mo PWC Australia 2018, 14mo PWC Italia 2018, 41mo Macedonia Worlds 2019). Sto ancora inseguendo una vittoria di task in PWC e sono arrivato due volte secondo, dietro a Honorin e Stephan Morganthaler. Sebbene in un caso sia arrivato primo sulla linea di goal, sono stato poi battuto per due leading point – ci vediamo Stephan-.

Lo scenario delle competizioni Australiane è cresciuto enormemente negli ultimi 5 anni, con il Team australiano che si è classificato quinto ai campionati mondiali in Italia nel 2017 e con sei australiani nella classifica WPRS dei migliori 100 dello scorso anno. Questo ha reso il campionato australiano ancora più difficile da vincere e sono molto fiero di essere riuscito a superare quest’anno un gruppo di piloti così talentuosi; la sfida si fa più dura ogni anno che passa. Il Campionato australiano si è disputato su due gare FAI Cat 2, in Bright e Corryong nello stato di Victoria per 9 tasks totali. Le vittorie di task sono state condivise tra i membri del team australiano (Gareth Carter -3-, Peter Slade -3- e Kari Ellis) e poi tra i piloti australiani e finlandesi Richard Binstead e Kalle Ojamo. La vittoria di gara è andata a Peter Slade (Bright) ed a me (Corryong)”

Per tutti i risultati Click qui.
Congratulazioni e ciao da tutto l’OZONE Team

GLI OZONE CHELAN OPEN, USA

Nota: se siete interessati, registratevi e pagate al più presto dal link di Air Tribune qui sotto, perché sono rimasti pochi posti!

L’Ozone Chelan Open (12-17 Luglio) è un evento amichevole e senza stress disegnato per piloti capaci che non posseggono un’estesa esperienza nelle competizioni. Questa gara è pensata nello spirito e sul modello degli ormai leggendari Ozone Chabre Open, che si svolgono fin dal 2006!

L’Ozone Chelan Open 2020 sarà un evento riservato alle categorie EN-C o inferiori. Il costo d’iscrizione include un esteso processo d’insegnamento, con la supervisione, guida e debriefing tenuti da un gruppo di piloti tra i migliori degli USA.

Per ulteriori informazioni visitate: https://airtribune.com/ozone-chelan-open-2020/info