Loading Icon Black

IL DELTA 4 RECENSITO DA XC MAG

“Il fatto di aver potuto volare su quasi 300 km per le poche giornate nelle quali ho avuto a disposizione la vela, ne testimonia le prestazioni e l’usabilità. E sebbene la semplicità nello sfruttarne le prestazioni costituisca la sua caratteristica principale, è il suo pilotaggio accuratamente rifinito ed il controllo con gli elevatori posteriori che ne fanno una vela tanto piacevole da volare”

Marcus King, redattore di Cross Country Magazine impiega il Delta 4 per un tour nelle Alpi meridionali. Per leggere la recensione completa cliccate sull’immagine qui sotto:

JOACHIM OBERHAUSER E’ IL CAMPIONE ITALIANO 2020

Dopo aver conquistato il titolo di Campione del Mondo, Joachim Oberhauser si è aggiudicato anche quello di Campione Italiano con il suo primo posto nella classifica generale del Campionato Italiano -open- 2020 che si è disputato a Cuorgné. Si sono svolte sei task in un ambito molto competitivo con la partecipazione di alcuni top pilots di PWC della Polonia. Joachim volava con il suo Enzo 3 ed ha condiviso il podio con Christian Biasi (Enzo 3) in terza posizione. 

Silvia Buzzi Ferraris ha conquistato il titolo femminile con il suo Enzo 3 ed il titolo per la Serial Class è stato vinto dal Team Leader della Nazionale Italiana Alberto Castagna che volava con lo Zeno.

Il commento di Joachim: 

“Siamo stati realmente fortunati a poter gareggiare in questi tempi difficili, a parte il covid-19, quest’anno anche la meteo non è molto favorevole, ma in Cuorgnè è andata bene. Abbiamo disputato sei tasks strutturate tra percorsi in montagna e sulla pianura, ma le basi, in questa zona del Canavese, non sono molto alte in Agosto, e per questo la competizione è stata molto tecnica. Personalmente, mi trovo perfettamente a mio agio nelle competizioni lunghe e con molte task, perché riesco a raggiungere il giusto livello di concentrazione e ad essere più competitivo. Devo dire di essere veramente contento del mio Enzo 3. E’ senza dubbio, la miglior vela attualmente sulla scena, è sicuro e per questo può essere volato da un buon numero di piloti, è veloce ed efficiente nelle transizioni ma dove percepisci la differenza più grossa è nell’ingresso ed uscita dalle termiche, dove è capace di gestire bene la turbolenza e rende queste transizioni più facili e sicure.”

Congratulazioni Joachim! e Ciao da tutto l’Ozone Team.

OZONE DA’ IL BENVENUTO NEL TEAM A BENOÎT OUTTERS.

Benoît è un giovane e dinamico pilota francese che che si è dedicato anima e corpo ad alcune tra le più impegnative avventure di volo bivacco, gare ultra-trail ed alpinismo in generale. Ha cominciato a volare nel 2013 ed ha già partecipato due volte alla Red Bull X-Alps, arrivando secondo nel 2017 e terzo nel 2019.

Nel 2015 ha attraversato le Alpi neozelandesi insieme ad Antoine Girard e da allora ha aggiunto al suo palmares numerose avventure di volo bivacco. Benoît parteciperà per la terza volta alla X-Alps nel 2021. State connessi per saperne di più sulle sue avventure.

CHARLES CAZAUX STABILISCE UN NUOVO RECORD DI VELOCITA’ IN PARAPENDIO.

L’Ozone Team pilot, Charles Cazaux (FRA), il 24 agosto 2020, ha superato il record di velocità su triangolo FAI di 25 km, che già gli apparteneva, volando al Col du Banchet (Francia) con una velocità media di 46,9 km/h, stabilendo così il nuovo Record Mondiale di velocità in parapendio.

Il suo commento:

“Mi sono svegliato questa mattina dopo aver appena trascorso una settimana di gara a Disentis per la PWC. Ho fatto colazione con i miei bimbi e sono uscito in giardino osservando il cielo: aria fresca, erba asciutta, gli uccelli che già giravano in termica, aria con una certa tendenza da est/nordest su in alto, alcuni cumuletti ad est delle creste… Hmm… Sembra una giornata buona… Anzi… proprio BUONA!. Allora? Che piano facciamo per tutta la famiglia? I bambini vogliono rimanere a riposarsi a casa dopo l’escursione di ieri, davvero??? Allora potrei trovare un poco di tempo per provare l’aria, il decollo si trova ad appena 10 minuti da lì.

Pochi minuti per controllare meglio le previsioni meteo, sembra un po’ ventoso per quello che avevo in mente… ma… proviamoci! Qual’è l’obiettivo? Un allenamento su speed run su triangolo FAI di 25 km! Cosa? Sì esattamente quello!

Anni fa ho cominciato ad allenarmi su questo come specifico esercizio per migliorare la mia esperienza nel controllo della speedbar e per innalzare i miei limiti mentali, imparare ad essere concentrato ma anche rilassato ed efficiente in questi momenti particolari. In gara, la planata finale a tutta velocità dura pochi minuti rispetto a tutto il volo, ed io mi ero reso conto di non essere abbastanza bravo in quello. Così ho impegnato sempre di più il mio tempo per diventare capace di competere con i piloti migliori, e sembra che abbia funzionato! 25 km sono piuttosto pochi, ogni secondo diventa importante per la velocità media. La cosa principale della quale tenere conto è la differenza di quota tra il punto di partenza e quello d’arrivo che, in accordo alle regole FAI per il record, deve essere inferiore a 500m. Questo impone di andare veloce, ma spingendo lo speed si perde quota e perciò è necessario gestire questa differenza minima d’altitudine. Ho scoperto che il mio sito di volo, sotto questo aspetto, non è male come orografia ed aerologia.

Nel 2006, ho stabilito il mio primo Record Mondiale di « velocità su triangolo FAI di 25 km », ho rinnovato il record nel 2010 con un Ozone R10, poi i prototipi sono scomparsi dallo scenario delle competizioni, riducendo la velocità massima, perciò è stato piuttosto complicato trovare l’aerologia giusta per innalzare il record rispetto agli anni precedenti.

Tornando al presente, sono pronto e motivato! ho mandato la documentazione alla FAI, ho preparato il GPS, la speed bar è pronta, la mia zavorra è al massimo, Enzo 3 ed Exoceat pronti alla danza! Dopo molti tentativi di record in Australia, Texas, Brasile, sono abbastanza avvezzo a queste procedure, perciò è stato piuttosto facile farlo da casa! Decollo, prima termica attaccata al costone e capisco subito che potrebbe essere un po’ forte per il mio obiettivo “10-15 km/h da N/E con ascendenza di 3-4 m/s, non importa, vediamo cos’è possibile combinare in questa arena! » E’ stata una giornata realmente impegnativa, giocando molto con gli elevatori B e con la mia speedbar, specialmente sopra i crinali, urtando contro le termiche e con vento frontale ho volato anche a 300-400m dal suolo. Ero pronto ad affrontare questa sfida, con la giusta condizione mentale per questa giornata impegnativa! Valicare la linea d’arrivo e verificare il risultato mi ha restituito una sensazione bellissima! Un nuovo record di velocità…

Grazie a Seiko Fukuoka Naville, mia Team partner di Airlinks Academy, che sempre mi spinge a migliorare le mie capacità con allenamenti sulla sicurezza, sul volo a tutta velocità e dettagliati debriefing. Grazie anche agli insegnamenti di One Day per abituarmi a mantenere la mia mente concentrata allo scopo.

Sto già aspettando il D-day con l’aerologia giusta oppure un posto migliore per andare ancora più veloce!”

Congratulazioni Charles, per il tuo volo a tutto gas e ciao da tutto l’Ozone Team.

Per i dettagli del record, Click QUI

Per l’intervista della FAI.org con Charles, click QUI.

PWC DISENTIS, SVIZZERA

A Disentis, in Svizzera, si è appena conclusa la prima tappa del Tour di PWC 2020.

Dopo quattro task la vittoria assoluta è andata a Stephan Morgenthaler (CHE), seguito dai piloti del Team Ozone Luc Armant (FRA) in seconda posizione e Charles Cazaux (FRA) terzo. Tutti volavano con l’Enzo 3.

Per la categoria femminile, il primo posto è andato alle pilote del Team Ozone Seiko Fukuoka Naville (FRA), e Yael Margelisch (CHE), seguite da Laurie Genovese (FRA).

Otto dei primi dieci piloti volavano con l’Enzo 3.

Il commento del responsabile di PWC Ruth Jessop: “Disentis 2020 è stato una fantastica riunione di vecchi amici e rivali di vecchia data, nuovi piloti di Coppa del Mondo e famiglie volanti. Le più grandi congratulazioni ed un grosso ringraziamento a voi tutti che avete contribuito nel costruire l’enorme successo di Disentis 2020.”

Grazie alla PWC per aver gestito un fantastico evento in un momento tanto difficile. Congratulazioni e ciao da tutto l’Ozone Team.

Per tutti i risultati, Click QUI

Photo: Azoom Martin Scheel / PWCA.org

RONNY HELSEGEN SUL PODIO DELLA NORGES CUP CON IL DELTA 4.

La Norges Cup-veka, in Vaga, Norvegia, si è appena conclusa. il nostro vecchio amico, il leggendario pilota norvegese Ronny Helgesen, ha fatto riposare il suo Enzo 3 ed ha gareggiato con il suo nuovo Delta 4. Ecco cosa ci dice:

“Mentre sto aspettando l’Enzo 4, sto volando con il Delta 4. Abbiamo fatto una gara qui in Norvegia, strutturata su 4 task. Il Delta 4 è assolutamente incredibile, specialmente alla massima velocità.

Ho fatto una lunga planata insieme a Rolf Dale con il suo Enzo 3, ed il mio Delta 4 alla massima velocità ha la stesa planata dell’Enzo 3 al 60%. sono riuscito ad arrivare terzo superato da due Enzo 3.

Ozone ha conquistato i primi 11 posti. Vi ringrazio per questo incredibile prodotto, sono impaziente di vedervi terminare la messa a punto dell’Enzo 4…”

Congratulazioni Ronny, un saluto da tutto l’Ozone Team.

Foto: Richard Hansen


Risultati finali.

Assoluta:

Rolf Dale, Enzo 3
Jan Richard Hansen, Enzo 3
Ronny Helgesen, Delta 4

Serial class
Ronny Helgesen, Delta 4
Gunnar Saebu, Nova Triton
Per-Inge Norang, 777 Q-light

Femminile
Mari-Anne Aanes, Enzo 3
Vanja Eggesvik, Zeno
Lill-Elisabeth Jensen, M7

Per tutti i risultati, Click Qui

BAPTISTE E MERYL VINCONO IN ÀGER.

La Pre-PWC di Àger, in Spagna, si è conclusa con 6 manche valide, volate in tutte le direzioni e lungo epiche rotte verso Berga, Torà, la valle del Boí, il chiringuito e l’Alpe.

Il pilota del Team Ozone Baptiste Lambert (Enzo 3), ha vinto la classifica generale.

Il terzo posto assoluto di classifica generale è stato conquistato dalla pilota del Team Ozone, Meryl Delferriere (Enzo 3), che è stata in testa per tutta la manifestazione. Meryl ha vinto facilmente anche la categoria femminile.

Il giovane Baptiste Lambert ci dice:

‘Vittoria! Ho vinto la Pre-PWC di Áger (il Niviuk Open).
Abbiamo fatto una magnifica gara con 6 task e condizioni abbastanza difficili a causa della stabilità e del vento. È stata un’opportunità per me per vedere se la mia routine di addestramento post-parto era stata efficace.
Ha funzionato! Mi trovo molto bene con il mio Enzo 3, che è efficace in planata e soprattutto nelle piccole termiche dove devi girare molto stretto.
Sono riuscito ad attaccare frequentemente, a seguire la mia strada e senza farmi mettere troppa pressione dal gruppo.
Congratulazioni a Pierre Remy e Meryl Delferriere, coi quali ho condiviso il podio ‘”

Per le classifiche complete: clic qui

ongratulazioni e ciao da tutto l’OZONE Team.

Foto Xevi Bonet

PWC SVIZZERA 2020

Meglio tardi che mai, la stagione di PWC decollerà da Disentis domenica 16 agosto.

In Disentis i piloti voleranno su un’area fortemente influenzata dai venti di valle, con un’aerologia molto complessa. Spesso lo stile di volo può essere molto vicino al suolo, senza molte termiche. Riusciranno a fare il risultato i piloti che sapranno meglio comprendere come si muove l’aria sulle montagne ed intorno a queste.

Questo evento riunirà 14 campioni di Super Final, World Cup, e campioni mondiali ed europei, tutti che proveranno a dimostrare che non hanno nulla da dimostrare.

Come i grandi campioni della nautica, stampata sulle loro carene almeno un terzo dei piloti riporta una A!
Ancora più difficile: sette delle nove donne in gara hanno già vinto il titolo femminile.
Ma, su tutto, Disentis 2020 sta per diventare un fantastico raduno di vecchi amici e rivali di lunga data, nuovi piloti della World Cup e famiglie volanti. Padri e figli in gara gli uni contro gli altri, fratelli che cercheranno di battere i propri fratelli, sorelle in competizione contro i propri fratelli ed alcune delle più famose coppie del parapendio i modalità da gara: casalinghe (e casalinghi) disperati determinati nel tagliare per primi il traguardo con la consapevolezza che chi arriva dopo dovrà lavare i piatti per sempre!

Ancora una volta Ozone metterà in campo uno dei Team più forti della competizione: Honorin HAMARD, Luc ARMANT, Julien WIRTZ e Méryl DELFERRIERE.

L’unica cosa che nessuno di loro potrà superare, meteo permettendo, è lo straordinario scenario alpino.

Pur cercando di ottenere il massimo dall’unica opportunità di gara del 2020, ad oggi possibile solo in Disentis, l’organizzazione della World Cup continua con impegno a studiare le possibilità di riunire al più presto il resto della nostra famiglia volante in alcune delle migliori località mondiali.

Seguite Disentis 2020 sul live commentary, tracking e World Cup TV sul mostro nuovo website: https://pwca.org/

Testo: PWCA / Ruth Jessop
Foto Hernan Pitocco

IL DICIOTTENNE CAIO BUZZARELLO STABILISCE UN NUOVO RECORD IN BRASILE.

Caio Henrique Buzzarello ha stabilito un nuovo record volando con il suo Enzo 3 nel sud del Brasile.

Ecco cosa ci racconta:

“Montes Claros – Minas Gerais è la località principale in questo momento per i migliori voli del Brasile! Una regione privilegiata con un grande potenziale per voli di oltre 350 km ed un incredibile media di percorrenze dei voli.

Non dobbiamo fare altro che afferrare le giornate bellissime ed i cieli blu, dove le linee di convergenza vanno a formarsi diventando le migliori possibilità di trovare un’ascendenza.

Abbiamo impiegato 7h e 48 minuti per 352.2 km di distanza, stabilendo così il nuovo record di Mineiro e del Brasile centro-meridionale!

Aggiungo ai ricordi di questo volo quello dei miei compagni ed amici, che resteranno nella mia memoria per sempre!”

Per la traccia del volo, Click QUI. 

Congratulazioni e ciao da tutto l’Ozone Team.

Foto: Caio Buzzarello

LA LINEA ZEOLITE

“Per noi è una vera passione creare attrezzature leggere ad alta tecnologia con le quali i piloti possano viaggiare…” Russ Ogden, Ozone R&D team member.

Dimenticate tutto quello che pensate di conoscere sui compromessi insiti nei progetti delle vele 2 linee… Lo ZEOLITE è facile da far decollare e semplice da far atterrare in spazi ristretti o piccoli.

Possiede il più confortevole sistema di controllo con le B che abbiamo mai provato, ed un pilotaggio che è incredibilmente agile e preciso nel core. Questa è una nuova generazione di design a 2 linee, che offre prestazioni di livello competitivo in un insieme estremamente leggero e compatto. Pesando meno di 3kg con un allungamento di 6.7, lo Zeolite ha le prestazioni e l’affidabilità necessarie per la Red Bull X-Alps, la più estrema delle corse del mondo.

Lo ZEOLITE GT è identico alla versione da competizione X-Alps, ma con leggeri cambiamenti nel materiale per migliorarne la resistenza all’usura e la convenienza economica.

Per ulteriori informazioni visitate: 

PAGINA DELLO ZEOLITE
PAGINA DELLO ZEOLITE GT