Loading Icon Black

2018 SUPERFINAL: BAIXO GUANDU, BRASILE

April 1, 2019

Si è conclusa la SuperFinal 2018 che si è disputata nel paesaggio giurassico di Baixo Guandu, in Brasile.

L’ultima giornata di gara è stato un altro giorno di sole e termiche forti. Si è svolta una task di 99 km che ha mandato i piloti su un percorso a triangolo attraverso la regione.

Solo sette punti separavano i primi due piloti dopo 8 task e c’erano 172 punti tra i primi dieci. E’ stata una giornata da disputare assieme al gruppo, si è trattato di una gara veloce a tutto speed tra le termiche per tutto il percorso.

Alla fine, la vittoria è andata al pilota francese ed attuale campione mondiale: Pierre REMY, seguito dal suo compatriota Julien Wirtz. Al terzo posto c’è proprio il nostro membro del Team di Ricerca e Sviluppo: Russell Ogden, che ha aggiunto un altro podio alla sua notevole carriera nelle competizioni di cross.

Per la categoria femminile la vittoria è andata alla Ozone Team member: la francese Meryl Delferriere, che ha conquistato il titolo arrivando anche settima assoluta in classifica generale. Il secondo posto è andato a Yael Margelisch (rep Ceca) seguita da Kari Ellis (AUS) in terza posizione. Tutti i vincitori volavano con l’Enzo 3 e otto piloti dei primi dieci volavano Ozone.

Un grazie all’Ozone team pilot, Cody Mittanck, per i resoconti quotidiani che ha condiviso sui nostri social media. Ecco l’ultimo dei suoi resoconti della stagione 2018:

“Non avremmo potuto chiedere una giornata migliore per chiudere un’incredibile settimana. Le condizioni erano già ottime alla partenza e non sono mai calate. Il livello dei piloti in Superfinale è così simile che in queste giornate forti e veloci la maggior parte dei piloti arriva in una manciata di minuti alla ESS (fine della sessione di velocità). Considerando che la distanza di punti è molto stretta, ogni punto è importante per la lotta al podio e piazzarsi bene in questa massa di talenti non è una cosa facile. Nell’ultima termica i piloti hanno lottato gomito a gomito per ottenere la miglior posizione e poter fruttare al meglio l’ascendenza e contemporaneamente controllavano gli altri piloti intorno a loro. In questo gioco, un giro in più di termica sarebbe stato sufficiente per scendere dal primo al sessantesimo posto. Dopo l’ultima termica è stata una corsa carrucola contro carrucola. La folla all’arrivo ha visto una massa di vele diventare lentamente visibile. Da terra lo si sarebbe potuto giudicare un evento tranquillo ma in aria, controllando un parapendio da gara lanciato a tutta velocità in mezzo alla turbolenza era come controllare un kayak dentro delle rapide di classe 5 senza la pagaia e contemporaneamente facendo volare un kite sopra di noi.

Abbiamo avuto nove giorni di gara qui in Baixo. La competizione è iniziata con difficoltà e giornate deboli che hanno perfino obbligato gli avvoltoi locali a rimanere nel loro nidi, eppure… anche in queste giornate i piloti sono riusciti ad arrivare in goal. Alla fine della settimana le condizioni erano così forti che era un errore fermarsi a girare qualunque ascendenza sotto i 5m/s. I top pilot hanno saputo gestire le condizioni tecniche e poi hanno saputo distanziare il gruppo nelle giornate forti e veloci. Gran bel lavoro!”

Per tutti i risultati click qui
Congratulazioni a tutti i piloti e ciao dal Team Ozone.