Loading Icon Black

17mo CAMPIONATO MONDIALE FAI DI PARAPENDIO, TUCUMÁN, ARGENTINA, 2 – 12 NOVEMBRE 2021

novembre 1, 2021

Nel 1991 Robbie Whittal fu incoronato come primo campione mondiale assoluto nella storia del parapendio. 

Siamo quindi lieti di poter festeggiare i trent’anni di Campionati del Mondo qui in Argentina. Questa competizione è realmente speciale perché, anche solo poche settimane fa, nessuno pensava che si sarebbe disputata. Il meet director Sergio Bujazha e l’organizzatore generale, Matias Fortini, si sono guadagnati un posto nei libri di storia del parapendio per essersi impegnati a organizzare quella che, per un po’, è sembrata una Mission Impossible.. 

La competizione partirà martedì 2 novembre, per un massimo di 10 giornate di volo in gara, la premiazione sarà il 13 novembre.

Questa competizione si svolge vicino alla città di San Miguel de Tucumán, nel nord dell’Argentina, 1.250 km a nord-ovest di Buenos Aires. I piloti decolleranno da un crinale che spunta dalla giungla di Loma Bola a 1350 m, dove le pianure incontrano le pendici delle Ande. I piloti voleranno task strutturate sui terreni agricoli pianeggianti di fronte, pendii ricoperti di rampicanti e aride pianure a nord. 

Il Campionato Mondiale FAI si svolge ogni due anni, e vengono assegnati i titoli individuali e per nazioni. 

Ogni Team nazionale è costituito da un massimo di 5 piloti (inclusa una donna) con i 2 migliori punteggi. I piloti che non sono stati selezionati per la loro squadra nazionale possono ancora gareggiare purché anche loro soddisfino i criteri di selezione FAI. 

Questo campionato del mondo sarà un’opportunità per molti dei nuovi piloti emergenti di dimostrare di meritare il loro posto nella loro squadra nazionale. Saranno in gara 150 piloti e 37 nazioni. 

Tre squadre sudamericane si distinguono come favorite per il podio. L’Argentina è chiaramente una favorita con una squadra molto allenata al volo in termica e molta esperienza sul luogo. Anche Brasile e Colombia stanno schierando squadre ben equilibrate con piloti molto validi. 

Dall’Europa: Austria, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Svizzera stanno tutte schierando squadre complete di quattro piloti maschili e una femmina che hanno gareggiato a molte delle gare di PWC che sono ricominciate di recente in Europa. 

Ci sono molte squadre più piccole, ma perfettamente formate, che vale la pena di tenere d’occhio: la Macedonia del Nord e Serbia per citarne solo due.

Dall’Asia, la squadra giapponese è qui ed ha fame di altre medaglie. La Corea del Sud ha finora vinto tutte le medaglie per aver schierato i piloti con il maggior numero di ore di volo per poter arrivare in Argentina: 120 ore ciascuno. Si spera che dopo un cambio di aereo, la loro prossima tappa sia il podio come squadra.

I piloti degli Stati Uniti detengono il record per il maggior numero di voli cancellati. Incrociando le punte delle ali… si spera che i loro voli nelle prossime due settimane decollino tutti nei tempi previsti.

La squadra francese è una delle favorite, ma Loma Bola è molto diversa dalle condizioni alpine a cui sono abituati molti dei loro piloti. Il Team della Germania ha un ingrediente essenziale; alcuni dei piloti più esperti e veterani di questa competizione. Una competizione a squadre spesso si basa sulla tattica e sulla conoscenza di come lavorare come giocatori di squadra, piuttosto che solo su singoli individui.

Su base individuale, alcuni dei favoriti in gara sono: il Campione Europeo 2018, Theo Warden; il Campione del Mondo 2017, Pierre Remy; il Campione Europeo 2016 e Mondiale 2015 Honorin Hamard; il Campione Europeo 2014 Torsten Siegel; il Campione Europeo 2012 Yassen Savov. 

Desiderose di ottenere una buona classifica generale e un posto sul podio femminile sarano Seiko Fukuoka-Neville, ex campionessa europea e mondiale femminile; l’ex campionessa mondiale femminile, Klaudia Bulgakow; e l’ex campionessa europea e mondiale femminile, Petra Slivova.

Anche il campione panamericano 2020, il brasiliano Rafael Saladini, e l’argentino Shauin Kao dall’Argentina, sono favoriti insieme a Keiko Hiraki, il campione asiatico 2012.

Per quanto riguarda il punteggio: quello che ogni pilota può accumulare è composto da tre parti: punti distanza, punti tempo e punti da leader. Ogni giorno viene calcolato su un massimo di 1000 punti. 

Per ulteriori info visitate: https://airtribune.com/17th-world-paragliding-championship-tucuman-argent/blog

State connessi!

Testo: Ruth Jessop

Foto: Veso Ovcharov